Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 856
MONTEROSSO ALMO - 05/09/2014
Attualità - La prima domenica di settembre

San Giovanni Battista, tradizione a Monterosso Almo

Una volta che sarà uscito il santo, come da programma sono stati previsti il lancio dei tradizionali "nzaiarieddi" e lo scoppio dei fuochi d’artificio Foto Corrierediragusa.it

Anche quest´anno la prima domenica di settembre si festeggerà la tradizionale festa di San Giovanni Battista a Monterosso Almo.
Una celebrazione molto sentita dalla popolazione, infatti man mano che si sta avvicinando il giorno della festa che sarà il 7 settembre, come ogni anno stanno arrivando nel piccolo comune ragusano gli emigrati dall´Australia, dall´Argentina e dall´Europa, gente che non ritorna nel suo piccolo Monterosso da anni, o figli di monterossani che vengono per conoscere le proprie origini. La vita del paese è dinamica in questo periodo, infatti già da alcuni giorni si stanno svolgendo una serie di spettacoli che avranno il loro culmine con la "festa dell´emigrato" che si terrà giorno 6 settembre. Per l´occasione verranno valorizzati quegli emigrati che si sono contraddistinti nel mondo con il loro impegno e la loro laboriosità. A concludere questa serata sarà il concerto di Pupo alle ore 21.30 in piazza San Giovanni. Una festa che riesce ad essere molto particolare per il suo connubio tra spiritualità e folklore. Questo infatti, è il motivo principale per cui ogni anno Monterosso è visitata da numerosi turisti. Particolare è la tradizionale "Nisciuta" del santo alle ore 11.00, che avverrà domenica 7 settembre preceduta dagli squilli di otto trombe egiziane che richiameranno l´attenzione di tutta la gente in piazza.

Una volta che sarà uscito il santo, come da programma sono stati previsti il lancio dei tradizionali "nzaiarieddi" e lo scoppio dei fuochi d´artificio a cura della ditta Fuochi S.r.l di Chiarenza da Belpasso (CT). Nel pomeriggio seguirà come da tradizione, la "cena" destinata alla vendita di dolci preparati dalle donne del paese e offerte al Santo. In serata, dopo la seconda uscita del simulacro verso le 22, sarà offerto da un gruppo di fedeli uno spettacolo pirotecnico curato dalla ditta Luigi Di Matteo Fireworks Events da San´Antimo (NA), a concludere i festeggiamenti sarà invece lo spettacolo piromusicale a cura della ditta La Rosa International Fireworks da Bagheria (PA), seguiti dalla reposizione del Simulacro del Santo Patrono.

Per tutti gli appassionati che non potranno seguire dal vivo i festeggiamenti è stata prevista la diretta streaming sul sito www.oraziosgarlata.itd alle ore 20.30 del 6 settembre alle ore 24.00 del 7 settembre. La festa più importante del piccolo paesino montano anche quest´anno offre un programma ricco di eventi, una manifestazione fatta di piccole e antiche tradizioni per descrivere e sviluppare la festa per eccellenza dei monterossani.