Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 874
MODICA - 30/07/2010
Attualità - Modica: approvato il nuovo «Regolamento sugli atti amministrativi»

A Modica la pubblica amministrazione si "svecchia"

Mandolfo: "Uno strumento di fondamentale importanza
per l’intero funzionamento dell’apparato amministrativo"

La Pubblica Amministrazione si "svecchia", si rinnova rendendosi più efficace,
veloce e vicina al cittadino. Succederà agli uffici comunali di Modica: se lo
augura il Consigliere del MpA, Diego Mandolfo che, in qualità di Presidente
della Prima Commissione consiliare, ha reso noti i contenuti del nuovo
«Regolamento sugli atti amministrativi», approvato dall’organo da lui
presieduto.

Si tratta, ha dichiarato Mandolfo, di uno strumento di fondamentale importanza
per l’intero funzionamento dell’apparato amministrativo dell’Ente Comune: un
dispositivo moderno ed efficace che regola, di fatto, il funzionamento di tutti
gli uffici comunali e l’iter dei procedimenti da questi gestiti. In buona
sostanza questo nuovo regolamento stabilisce ed uniforma modalità e tempistiche
per tutti quei procedimenti amministrativi che gli uffici comunali sono
chiamati ad espletare. Tutte le domande e/o gli atti richiesti dai cittadini
dovranno essere esitati in un tempo prestabilito, molto breve (ad esempio:
pratiche e concessioni edilizie; lavori pubblici e manutenzioni; licenze per
attività commerciali; atti relativi a tasse e pagamenti ecc.).

Per ogni tipo di procedimento ogni Dirigente comunale compilerà una scheda,
sempre consultabile, in cui specificherà tutto ciò che riguarda il procedimento
stesso. Insomma il cittadino potrà contare, ha spiegato Mandolfo, su un
funzionamento univoco, chiaro, trasparente e con tempi certi circa l’iter
burocratico di tutti i procedimenti che lo riguardano, potendolo consultare
anche su Internet. «Migliorerà insomma -conclude il Presidente Mandolfo- il
dialogo tra cittadino e Pubblica Amministrazione. Un dialogo adesso più
trasparente, chiaro ed immediato».