Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:15 - Lettori online 1026
MODICA - 05/12/2007
Attualità - Modica - Il riconoscimento conquistato grazie al lavoro sinergico

Il "Best Sicily" richiama nuove sfide. Torchi: "Imprimere una traccia nell´anima"

Modica: il massimo esempio di «governance istituzionale» Foto Corrierediragusa.it

E’ tempo di bilanci per il sindaco Piero Torchi, dopo aver ricevuto a Palermo il premio «Best Sicily 2007» (che lo stesso primo cittadino regge nella foto) assieme ai coniugi Paolo e Concetta Failla, titolari dell’omonimo hotel con annesso il ristorante gestito dall’osannato chef Accursio Craparo.

Un premio che catapulta questo lembo di Sicilia nell’eccellenza enogastronomica, a suggello di uno sforzo costante premiato anche in termini di presenze turistiche sempre più imponenti. «Perché rispetto al passato ? ha affermato Torchi ? il viaggiatore che sa bene ciò che vuole va alla ricerca di siti splendidi con un’offerta gastronomica di pari livello. In altre parole, la percezione dei luoghi è legata ora più che mai al cibo di qualità. E noi, per fortuna, possiamo offrire entrambe le cose».

Ne è convinto anche il docente di economia applicata dell’università di Palermo Vincenzo Provenzano, che ha individuato in Modica il massimo esempio di «governance istituzionale», ovvero di una città che ha saputo avviare un processo di cambiamento economico non invasivo. «Un ulteriore encomio che ci inorgoglisce ? chiosa il sindaco ? e che funge da sprone affinché si continui a lavorare in maniera sinergica per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi, in grado di imprimere una traccia nell’anima di quanti visiteranno i nostri luoghi e gusteranno le nostre specialità».

Torchi definisce i risultati fin qui raggiunti come «la vittoria del sistema, che non deve essere intaccata da quanti volessero compromettere questo equilibrio».