Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1014
MODICA - 17/07/2010
Attualità - Modica: la querelle dei randagi lasciati a marcire in via San Giuliano Macallè

Enzo Scarso sulle carcasse di cani: "Subito rimosse"

Era stato il residente Raffaele Brafa a sollevare il problema

Sulla vicenda delle due carcasse di cani abbandonate in via San Giuliano Macallè, e che aveva scatenato le ire dei residenti, di Raffaele Brafa in particolare, interviene adesso il vice sindaco Enzo Scarso, di cui lo stesso cittadino aveva invocato le dimissioni. «Martedì 6 luglio alle ore 16.30 – dice Scarso – giunge al comando di polizia municipale la chiamata del signor Brafa per segnalare il problema. Così come prassi, viene sollecitamente avviata la procedura standard, volta a far rimuovere le carcasse dalla ditta che ha in appalto il servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti.

Al sollecito del corpo di vigili urbani si è aggiunto quello del sottoscritto, che, nel frattempo raggiunto telefonicamente dal cittadino, e dopo esser stato insultato, ha sollecitato personalmente la ditta Puccia a provvedere immediatamente. La mattina successiva – prosegue Scarso – la ditta Puccia, dopo aver effettuato il sopralluogo per il prelievo delle due carcasse e accertato l’avanzato stato di decomposizione, comunica al comando l’impossibilità a provvedere al prelievo ed allo stesso tempo di aver provveduto, come è d’obbligo in questi casi, alla copertura delle carcasse con calce al fine di scongiurare ogni pericolo per la salubrità pubblica.

Contemporaneamente il comando con nota prot. 809 del 8 luglio 2010 autorizza la ditta «Dog Professional» di Ragusa a rimuovere le due carcasse. La ditta, così come si evince dal verbale consegnato al comando dei vigili urbani, interviene nella stessa giornata. Quindi, così come è possibile verificare dai documenti in possesso al comando dei vigili urbani – conclude Scarso – la problematica è stata risolta ben otto giorni fa, e dopo appena due giorni dalla prima segnalazione.

Se poi il signor Brafa pensava che, trattandosi di due carcasse che si trovavano e poche decine di metri da casa mia, avrebbe potuto risolvere tutto seguendo una corsia preferenziale magari nel breve volgere di qualche ora – aggiunge Scarso – è davvero capitato male, ed ha ragione a lamentarsi, perché tale modo di operare non rientra nella mia logica e formazione culturale. Quanto alla richiesta di mie dimissioni – conclude il vice sindaco – direi che si commenta da sé».