Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1390
MODICA - 06/07/2010
Attualità - Modica: i disservizi ci sono, ma si sta tentando di eliminarli

Marina di Modica e Maganuco pronte per i villeggianti o no?

L’impresa che si occupa della pulizia delle due frazioni ha provveduto a distaccare venti unità per la pulizia dei viali e per la scerbatura

Marina di Modica e Maganuco impreparate alla prova estate. Nino Cerruto, consigliere di «Una nuova prospettiva» è esplicito «Le docce sono divelte e non funzionano, in via del laghetto c’è un avvallamento ricolmo di acqua che è difficile anche attraversare, la delegazione comunale versa in uno stato pietoso; piena di polvere , senza telefono, abbandonata a se stessa. In vari punti della frazione ci sono perdite di acqua. Eppure c’è un assessore che ha una delega specifica per la frazione e che non ha provveduto in tempo a predisporre i servizi. Bisogna correre subito ai ripari perché i cittadini si lamentano e non poco».

Enzo Scarso, vicesindaco, responsabile in giunta per le due frazioni di Marina di Modica e Maganuco, non accetta le critiche del consigliere Cerruto che,peraltro, fa parte della stessa maggioranza. Dice l’assessore «Abbiamo già provveduto a pulire e sistemare buona parte della spiaggia e stiamo continuando utilizzando gli operai della impresa Puccia. Le docce sono state divelte in più punti dai vandali nell’ultimo fine settimana ed abbiamo predisposto un intervento urgente anche in questo caso. Anche per le perdite di acqua c’è una squadra che sta tamponando le varie falle. I servizi di manutenzione non si sono mai fermati ma chiediamo anche un minimo di tolleranza ai cittadini perché ci troviamo in qualche caso ad operare in emergenza».

Da parte sua l’impresa che si occupa della pulizia delle due frazioni ha provveduto a distaccare venti unità per la pulizia dei viali e per la scerbatura. I due arenili sono stati passati al setaccio con il pulispiaggia e la sabbia è stata mossa in profondità per assicurare il massimo della pulizia. Le presenze a Marina di Modica e Maganuco sono aumentate in modo notevole dallo scorso fine settimana e tutte le attività commerciali sono attive. Restano sfitte un buon trenta per cento di case e villini per mancanza di richiesta ma anche, se non soprattutto, per i prezzi praticati che nel mese di luglio si attestano sui 500 euro a settimana.

A MARINA DI MODICA MANCA IL BAGNINO
La prima vera domenica d´estate a Marina di Modica è stata rovinata da un cartello che campeggia proprio a ridosso della spiaggia, in piazza Mediterraneo. Questo cartello recita: «Comune di Modica. Attenzione, si avverte che la balneazione non è sicura per mancanza di apposito servizio di salvataggio».

L´ordinanza è stata emessa dalla capitaneria di porto. Un modo per ammonire i bagnanti a stare attenti, perchè in caso di difficoltà tra le onde, nessuno potrebbe accorrere a salvarli. Perlomeno, non un bagnino pronto per simili evenienze, ma solo qualche coraggioso nuotatore di buona volontà.

La gente si è detta abbastanza preoccupata, anche perchè disgrazie del genere ne sono accadute a iosa, in passato. Bagnanti, anche giovani annegati a causa di un malore, altri salvati in extremis proprio grazie al bagnino, che, però, al momento manca. Il servizio di salvataggio a mare sarà avviato a breve? I bagnanti attendono fiduciosi.

I PROBLEMI STRUTTURALI DA RISOLVERE A MARINA DI MODICA
A Marina di Modica restano da risolvere i problemi strutturali. Enzo Scarso, assessore delegato per la frazione, ha messo già a punto una prima serie di interventi come la pulizia della spiaggia ed il ripristino delle passerelle, delle basole e delle docce che erano state letteralmente divelte dalla mareggiata invernale. In piazza Mediterraneo è stato poi risolto un problema annoso come l’illuminazione.

L’Enel ha infatti provveduto a sostituire i vecchi pali dell’illuminazione pubblica con quelli nuovi, installando delle grandi lampade che illuminano a giorno la piazza, luogo di ritrovo abituale di tutta la frazione. Resta irrisolto invece il problema parcheggi. Sul fronte inquinamento, dopo il falso allarme della chiazza scura di un paio di settimane fa, tutto sembra al momento sotto controllo, anche se residenti e villeggianti temono che si possa ripetere in pieno agosto quanto accaduto lo scorso anno, quando lo specchio di mare risultò decisamente sporco e invaso da centinaia di strane bollicine. Qualche bagnante accusò anche problemi gastrointestinali. L’auspicio è quest’anno tutto vada bene. A breve sarà invece illustrato dall’amministrazione il programma delle manifestazioni estive.