Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1421
MODICA - 29/06/2010
Attualità - Modica: le celebrazioni del Santo patrono

Stasera il clou della festa di San Pietro tra religione e bancarelle

La processione muoverà dalla chiesa alle 20.30 subito dopo la conclusione della funzione religiosa che sarà officiata dal vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò Foto Corrierediragusa.it

Si concludono stasera i festeggiamenti in onore di S. Pietro. Sarà la tradizionale processione del simulacro, opera dell’800’ del Civiletti, a chiudere un lungo fine settimana che è stato caratterizzato da appuntamenti religiosi, culturali e folkloristici. La processione muoverà dalla chiesa alle 20.30 subito dopo la conclusione della funzione religiosa che sarà officiata dal vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò.

La conclusione della serata prevede lo spettacolo pirotecnico che metterà il suggello alla festa del patrono. Nel corso del fine settimana si sono segnalati due appuntamenti cultuali come la presentazione della ricerca dello storico dell’arte Paolo Nifosì sulle nuove notizie storiche riguardanti l’ex convento dei domenicani tratte da documenti e atti notarili conservati presso l’archivio di stato. Domenica sera invece un numeroso pubblico ha seguito il concerto di musica barocca della ensemble di ottoni Sparkling Brass.

La comunità parrocchiale ha voluto dare una connotazione culturale e religiosa alla festa in questo differenziandosi dal folklore accentuato della festa di S. Giorgio che resta più popolare e partecipata in termini di presenze. La festa del patrono ha portato con sé il contorno delle bancarelle che sono state sistemate lungo il viale Medaglie d’oro. La presenza delle bancarelle non ha procurato disagi di sorta se non nella viabilità visto che alcune strade sono state interdette al transito.

La sistemazione degli ambulanti tuttavia non ha dato adito a confusione e problemi di altra natura e tutto si è svolto con ordine grazie alla predisposizione di un programma preciso di assegnazione degli spazi che sono stati rispettati. Oggi gli uffici, tra cui quelli comunali, saranno chiusi per osservare la festa del patrono e la Cna ha segnalato l’opportunità di controlli per far sì che il regolamento riguardante la chiusura del comparto benessere e salute, comprendente sale da barba,Parrucchieri estetiste, venga rispettato visto che negli altri anni è prevalsa la più assoluta anarchia.