Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 787
MODICA - 24/06/2010
Attualità - Modica: la produzione della Associazione Airone all’Auditorium della frazione

Alice incanta Marina di Modica con le sue meraviglie

Protagonisti 90 giovani artisti con costumi e scenografie multicolori
Foto CorrierediRagusa.it

Alice in una giornata di primavera vede un coniglio bianco che va di fretta e incuriosita lo segue, ritrovandosi all´ingresso del paese delle meraviglie. Una favola? No, ben di più.

Nel musical portato in scena da Cristina e Silvia Cecere, la logica che guida le azioni è capovolta all´inverosimile, ed Alice arriva anche a perdere la propria identità. Le coreografie di Cristina Cecere, Valeria Scucces e di Bruno Bregoli hanno dato il tocco in più allo spettacolo presentato davanti ad un numeroso pubblico all’Auditorium di Marina di Modica.


Molto curati anche i costumi che hanno colorato i balletti; i quasi novanta, giovani, interpreti hanno portato in scena uno spettacolo sospeso tra sogno e la realtà, in un’atmosfera dove l’assurdo è reale, dove ogni cosa diventa speciale. Un’ambientazione fantastica all’interno del paese delle meraviglie ricreata, per l’occasione, dalle scenografie ricche di colori e particolari, di Silvia Cecere.

Sul palco si sono alternati i famosi personaggi di Lewis Carrol, dal Coniglio Bianco, interpretato da Marta Candiano, al Gatto Astratto, Rita Iozzia, dal Bruco Blu Califfo con Dalida Floriddia al Cappellaio Matto, che la brava Kenia Costa ha interprato con la giusta misura tra humour e sarcasmo, fino a sua maestà la Regina di cuori con una vivace Enrica Pitino.

Tutti gli interpreti comunque hanno saputo tradurre in movimento lo spirito di avventura di Alice, la sua curiosità, la ricerca della propria identità e tutte le emozioni del "viaggio" di iniziazione nella sua adolescenza.

(Nella foto: una scena dello spettacolo)