Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1041
MODICA - 21/06/2010
Attualità - Modica: singolare "disavventura" per un modicano

Dato per morto, fa affiggere i manifesti perchè è vivo!

Il dipendente comunale dell’ufficio anagrafe fa gli scongiuri
Foto CorrierediRagusa.it

Nino Carbonaro si presenterà stamattina ai suoi colleghi dell’ufficio anagrafe pimpante ed in piena forma. «Sono vivo e vegeto. Alla faccia delle male lingue che potrebbero impegnare il loro tempo in cose più intelligenti». L’impiegato comunale ha scritto così nel contro manifesto a lutto che ha fatto affiggere sulle bacheche della città. Un messaggio che vuole rassicurare tutti, senza ombra di dubbi ed al quale Nino Carbonaro, uomo mite e schivo, si è visto costretto dopo un tam tam senza fine.

Da alcuni giorni infatti si sono rincorse voce di una morte improvvisa ed addirittura di un gesto estremo che avrebbe portato il buon Nino ad una morte prematura. Non è bastato che l’impiegato consegnasse certificati nel suo ufficio, che si facesse vedere più del solito al bar, che intensificasse le passeggiate ed andasse al supermercato per farsi vedere. Niente da fare perché qualcuno lo ha voluto morto e lui ha reagito in modo estremo. Con un bel manifesto, listato a lutto sì, ma di segno opposto per comunicare la sua presenza in questo modo e nel contempo per mandare un messaggio a quanti, maldicenti ed in mala fede, lo hanno mandato anzitempo in paradiso. Ma Nino ha reagito e li ha mandati, a suo modo, a quel paese.