Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1086
MODICA - 19/06/2010
Attualità - Modica: previsto un diffuso ricorso alla raccolta differenziata

Modica: consiglio approva bando per la raccolta rifiuti

Per abbattere il costo di conferimento in discarica

Il consiglio comunale ha approvato il bando per il nuovo appalto di servizio raccolta dei rifiuti. Il nuovo appalto prevede un diffuso ricorso alla raccolta differenziata e si propone di raggiungere quote significative nei tre anni di durata; il 45 per cento al primo anno, il 55 per cento il secondo ed il 65 al terzo. La raccolta differenziata sarà effettuata porta a porta introducendola man mano nei vari quartieri della città e rivoluzionerà molte delle abitudini dei residenti.

Grazie alla differenziata l’amministrazione conta di abbattere in modo significativo il costo di conferimento in discarica che ad oggi è la voce più pesante della bolletta rifiuti e che rischia già dal prossimo anno di toccare quota 600, rispetto ai 400 odierni, euro per una famiglia media se le quantità dei rifiuti resteranno tali e non sarà attivata alcuna discarica in provincia. Il bando approvato a maggioranza dal consiglio prevede un costo di 13 milioni di euro nei tre anni, circa quattro mila 500 euro l’anno e realizzerà un risparmio di quasi tre milioni di euro rispetto ai costi attuali. I tempi di pubblicazioni del bando a carattere europeo sono di 45 giorni e subito dopo l’affidamento.

Dice l’assessore all’ecologia Tiziana Serra « Contiamo di partire subito dopo l’estate se non ci saranno intoppi burocratici. Il bando introduce alcuni parametri a garanzia della qualità del servizio come quello della gestione delle isole ecologiche e della scerbatura che è compresa nel costo». I consiglieri di opposizione Pdl ed Udc si sono astenuti perché hanno chiesto di approfondire meglio alcuni punti del bando per apportare alcune modifiche. Giovanni Migliore, Pdl, ha contribuito con alcuni emendamenti alla messa a punto del testo con interventi che sono stati accolti dalla maggioranza.