Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:42 - Lettori online 1137
MODICA - 16/06/2010
Attualità - Modica: i risultati dell’Arpa sulla chiazza scura di qualche giorno fa

Il mare antistante Marina di Modica non è inquinato

Nessun rischio per i bagnanti

I campioni di acqua prelevati nello specchio di mare antistante punta Regilione non presentano tracce di inquinamento. L’Arpa, agenzia regionale di protezione ambientale, di Ragusa ha comunicato alla capitaneria di porto di Pozzallo i risultati delle analisi dei campioni di acqua prelevati la scorsa settimana dopo che alcune segnalazioni avevano evidenziato la presenza di scie non uniformi di colore marrone chiaro galleggianti in sospensione. Queste strisce sono state localizzate ad una decina di metri dalla punta ovest di Marina di Modica ed hanno fatto scattare l’allarme tra residenti e bagnanti.

Queste chiazze erano per la verità scomparse il giorno dopo ed ora le analisi confermano la presenza di sostanze inquinanti. La capitaneria di porto ha invitato comunque tutti i sindaci sulla corretta vigilanza sul corretto funzionamento degli impianti di depurazione i cui scarichi, come nel caso di Pozzallo, Scicli, Marina di Ragusa, confluiscono a mare seppur al largo. La capitaneria da parte sua è impegnata con i propri mezzi ed uomini nei controlli lungo la fascia costiera della provincia per individuare eventuali scarichi abusivi a mare.

E’ infatti questo il pericolo maggiore per la salvaguardia della salute del mare visto che in molti casi lungo la fascia costiera ed in principal modo proprio a ridosso, se non sulla, scogliera, insistono abitazioni che convogliano le acque reflue direttamente a mare causando danni incalcolabili all’ambiente. Altro pericolo incombente per la costa è quello della navi mercantili che puliscono le stive a mare scaricando reflui e sostanze inquinanti che arrivano in modo puntuale a riva. Con la stagione estiva al via sono questi i pericoli da cui bisogna guardarsi ma soprattutto prevenire.