Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1182
MODICA - 14/06/2010
Attualità - Modica: la città si appresta ad entrare nel guinness dei primati

Quel "rosario" di pane lungo oltre un chilometro in corso Umberto

Il maxi sfilatino è stato disposto su due file lunghe 550 metri
Foto CorrierediRagusa.it

Uno sfilatino gigante «spezzettato» lungo un chilometro 103 metri e 11 centimetri e pesante poco meno di duemila chili. E’ quello che domenica ha fatto bella mostra nel centro storico di Modica, deliziando il palato dei buongustai, che, lungo corso Umberto I, hanno potuto assaggiare il pane condito con gli ingredienti tradizionali locali.

Più che del pane più lungo del mondo, però, si è trattato del «rosario» di pane più lungo del mondo. Nel senso che lo sfilatino, disposto su due file lunghe 550 metri, era composto da circa duemila sfilatini normali, lunghi circa mezzo metro ciascuno e disposti uno dopo l’altro. Per realizzare il mega sfilatino, si sono dati da fare senza interruzione per una notte intera ben 18 i panificatori, che hanno utilizzato oltre mille 200 chili di farina. Per il condimento sono stati necessari 150 litri d’olio extravergine d’oliva dei Monti iblei, 40 chili di formaggio semi stagionato, il cosiddetto «cacio cavallo ragusano», 17 chili di sale e due chili di origano.

Con questo maxi filone di pane morbido e fragrante, Modica si candida ad entrare nel guinness dei primati, come auspicato dai panificatori che hanno realizzato il progetto, con la collaborazione del comune di Modica e dell’Avis, e con il patrocinio della provincia regionale di Ragusa, Camera di Commercio, Coldiretti e Confcommercio. Il ricavato dalla degustazione del pane sarà devoluto in beneficenza.

«Avevamo in mente – dice il presidente dell’Avis di Modica Carmelo Avola – di «rubare» il record detenuto da Santa Marinella di Selinunte, un paesino del Trapanese, dove qualche tempo fa i panificatori, con la stessa nostra metodologia, hanno realizzato un «rosario» di pane lungo un chilometro e 50 metri. Per una manciata di metri – conclude soddisfatto Avola – adesso il record lo deteniamo noi, come certificato anche dal notaio, che ha misurato il maxi sfilatino con un apposito macchinario in dotazione ad un geometra». Solo in un caso in Italia è stato realizzato uno sfilatino intero lungo però appena 20 metri, utilizzando uno speciale forno mobile.

Non è stato facile sistemare lo sfilatino gigante lungo corso Umberto I, il salotto buono della città, nel tratto compreso tra piazza Monumento, dinanzi a palazzo San Domenico, sede del comune, e qualche deina di metri più avanti del teatro Garibaldi. Una squadra di operai ha lavorato in maniera alacre sotto il caldo afoso di una domenica di metà giugno per poter realizzare la base sulla quale è stato poggiato il pane, composta da duemila 200 metri di assi di legno e 4 metri cubi di listelli per la costruzione dei cavalletti. La gente, grandi e piccini, ha mostrato di gradire, addentando con piacere il gustoso e fragrante pane condito.

Nelle foto sotto di Maurizio Melia alcuni momenti dell´evento. Cliccateci per ingrandirle

Il taglio del nastro: da sx Carlo Cartier, Carmelo Avola, Antonello Buscema, Riccardo Minardo, Enzo Cavallo, Giorgio Cerruto e Nino Frasca Caccia Il momento della misurazione dello sfilatino a cura del geometra Salvatore Giannone, seguito dal sindaco Antonello Buscema e dall´on Riccardo Mi Il maxi sfilatino a "pezzettoni"