Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 14:58 - Lettori online 663
MODICA - 30/11/2007
Attualità - Modica - Frutto velenoso della nuova manovra varata dalla giunta

Modicani tartassati:
arriva la doppia Tarsu,
bolletta suppletiva Serit

Per i contribuenti il 2008 sarà un anno molto salato Foto Corrierediragusa.it

I dodicimila capofamiglia residenti nel territorio dovranno integrare nel corso del prossimo anno la tassa sui rifiuti solidi urbani. L’amministrazione ha scoperto che la cifra posta nel bilancio 2007, cinque milioni di euro, non era sufficiente per far fronte al crescente costo del servizio ed ha varato una manovra con la quale bisognerà racimolare un altro milione e mezzo di euro che , non potendo essere coperti con fondi delle casse comunali per le note difficoltà finanziarie, saranno poste tutte a carico dei cittadini.

Sarà la Serit a recapitare ai contribuenti nel corso del prossimo anno una bolletta suppletiva per la Tarsu 2007 che potrebbe essere un amaro anticipo su quello che avverrà per il 2008 soprattutto se il problema discarica non sarà risolto in tempi ragionevolmente brevi.

Il costo aggiuntivo di un milione 493mila euro è stato così determinato; i modicani hanno innanzitutto consumato di più nel corso dell’ultimo anno ed hanno pertanto conferito alla discarica di Scicli un tonnellaggio di rifiuti maggiore di quanto era stato preventivato; il costo del maggiore onere è di 700mila euro.

Altri 700mila euro sono scaturiti dal conferimento dei rifiuti per alcuni mesi presso la discarica di Vittoria che Modica dovrà pagare oltre a quella di Scicli; al comune di Scicli invece bisognerà versare un contributo per la realizzazione della seconda vasca nella discarica di S. Biagio.

Per i contribuenti insomma l’anno che viene sarà un anno molto salato a cominciare dal costo della tassa sui rifiuti solidi urbani che già lo scorso anno aveva subito una lievitazione del 35 per cento. Il ruolo suppletivo della Tarsu, così come è stato tecnicamente definito, verrà ad incidere mediamente dagli 80 ai 100 euro per famiglia che andrà a sommarsi ai 350 di media che già gravano sui bilanci familiari.

La manovra approvata dal centrodestra in consiglio comunale si è resa necessaria alla luce del fatto che i cinque milioni previsti nel bilancio 2007 per coprire i costi della raccolta e conferimento dei rifiuti non sono bastati per cui è stato necessario ricorrere ad un prelievo ulteriori sui cittadini per arrivare al costo stimato di sei milioni 493mila euro.

I contribuenti toccano così da vicino le conseguenze di mancate scelte politiche negli anni come la non disponibilità di una discarica nel territorio comunale e soprattutto l’incapacità di avviare una seppur minima raccolta differenziata che avrebbe potuto fare scendere negli anni il tonnellaggio conferito in discarica con evidenti refluenze sul costo del servizio.

Il ruolo suppletivo della Tarsu 2007 non sarà che l’aperitivo di un 2008 molto caldo dal punto di vista dei tributi; il bilancio 2008 prevede infatti l’introduzione dell’addizionale Irpef, dell’aumento dell’Ici per la prima , seconda e terza casa e l’introduzione di ticket per i servizi a domanda individuale come mense e trasporti scolastici.