Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1432
MODICA - 19/04/2010
Attualità - Modica: si conta di passare alla fase operativa entro un mese

Rifiuti, la giunta delibera bando triennale per la differenziata

Il progetto prevede la raccolta differenziata porta a porta nel centro storico, a Modica Alta, nelle frazioni di Frigintini e Zappulla, in buona parte del quartiere S. Cuore. Resteranno fuori solo le zone rurali e periferiche Foto Corrierediragusa.it

L’amministrazione comunale pensa a fronteggiare il problema rifiuti. La giunta ha infatti deliberato il bando triennale della raccolta differenziata e conta di passare alla fase operativa entro un mese. Il bando di gara approvato prevede una spesa di dodici milioni di euro di spesa per il bilancio comunale. La delibera di giunta dovrà infatti passare ora al vaglio delle competenti commissioni ed essere esaminata poi dal consiglio comunale.

«Voglio sperare –dice l’assessore all’ambiente Tiziana Serra- che su questo punto si registri unanimità di intenti e nessun ritardo. La città ci chiede di avviare la raccolta differenziata e si è già dimostrata pronta e sensibile su questo tema». Il progetto prevede la raccolta differenziata porta a porta nel centro storico, a Modica Alta, nelle frazioni di Frigintini e Zappulla, in buona parte del quartiere S. Cuore; resteranno fuori solo le zone rurali e periferiche.

A Marina di Modica si prevede la differenziata solo in quattro mesi dell’anno che sono quelli di maggiori presenze. L’obiettivo dichiarato è quello di raggiungere quota 45 per cento di differenziata entro due mesi dall’avvio ed il 65 per cento entro due anni. Sono numeri che, secondo i funzionari dell’assessorato all’ambiente, possono essere facilmente centrati se si pensa che con l’attuale sistema la soglia della differenziata si è già attesta oltre il venti per cento nonostante si basi sul volontariato e sulla disponibilità del singolo cittadino che conferisce i rifiuti nei vari cassonetti dislocati in città.

Questa differenziata «fai da te» ha consentito di ridurre a 58 tonnellate al giorno il conferimento in discarica abbattendo in modo considerevole la quota della città. Secondo i calcoli elaborati dal centro raccolta negli ultimi sei mesi è di circa un milione di chili il prodotto differenziato raccolto con grande risparmio per i costi di conferimento in discarica. E’ stato con l’avvento del nuovo gestore che la raccolta differenziata ha subito un’impennata grazie al sistematico svuotamento dei cassonetti, alla raccolta porta a porta puntuale di materiali ferrosi ed ingombranti. Molto positivi anche i numeri riguardanti la raccolta di carata e carbone, oltre che di vetro e plastica.

L’atteggiamento dei residenti è stato inoltre fondamentale a spingere sulla strada della differenziata visto che è stato molte volte richiesto dagli stessi utenti in modo sistematico. Dice l’assessore Tiziana Serra «Insieme all’approvazione della variante al piano regolatore il bando per la raccolta differenziata è l’atto più importante che questa amministrazione produce. Si gioca infatti sull’assetto urbanistico e sullo sviluppo eco sostenibile il futuro della città. La raccolta differenziata inoltre è resa quanto mai urgente dalle recenti vicende sul conferimento dei rifiuti».