Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1244
MODICA - 10/04/2010
Attualità - Modica: al Garibaldi due spettacoli con la compagnia di Claudia Puglisi

Il caro William Shakespeare in... formato tascabile!

Presentate quattro tragedie tra il gioco e la caricatura
Foto CorrierediRagusa.it

E’ uno Shakespeare in formato tascabile quello che Claudia Puglisi propone al pubblico ed agli studenti che hanno affollato i due spettacoli al teatro Garibaldi. Il primo esperimento di avvicinare il teatro ai giovani ed al mondo della scuola in particolare è stata una scommessa vinta da parte della direzione artistica della Fondazione Garibaldi.

Le opere del drammaturgo inglese fanno sempre breccia su ogni fascia d’età e classe sociale e la regista palermitana ha scelto la strada più agevole per accattivarsi applausi e consensi nonostante sul palcoscenico siano presentate in uno spettacolo di poco più di un’ora quattro tragedie, Amleto, Riccardo III, Giulietta e Romeo e Macbeth. Quattro opere condensate al massimo sfruttando gestualità, giochi di luce, e con una interpretazione del testo limitata all´essenziale.

Claudia Puglisi tuttavia riesce a veicolare il messaggio e soprattutto a tracciare il profilo, seppur in modo esile, di ogni singolo personaggio. La regista accentua magari i toni facendosi gioco del dramma dei due giovani amanti veronesi, fa passare Amleto come un giovane senza idee e senza parole, spingendo così al massimo la caricatura dei vari personaggi.

Risulta alla fine uno Shakespeare giocoso, che fa sorridere più che riflettere, che tiene vivo il sorriso dei più giovani che alla fine tributano un lungo applauso ai cinque attori, tra cui la stessa regista, che tengono vivo lo spettacolo. Difficile dire se l’operazione tascabile della Puglisi sia quella giusta per apprezzare Shakespeare ma è certamente tentativo originale che, tuttavia, sarà bene valutare alla luce della sua dimensione tascabile e niente di più.

(Nella foto un scena di "Giulietta e Romeo)