Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 377
MODICA - 09/04/2010
Attualità - Modica: un nesso tra la variante allo strumento urbanistico e la remissione della delega?

L´approvazione del Prg dietro le dimissioni di Elio Scifo?

L’assessorato regionale al territorio ed ambiente ha commissariato Palazzo S. Domenico dando tempo fino a metà mese per deliberare

C’è l’approvazione della variante al Piano regolatore dietro le dimissioni di Elio Scifo da assessore all’Urbanistica? L’assessorato regionale al territorio ed ambiente ha commissariato Palazzo S. Domenico dando tempo fino a metà mese per deliberare sulla variante al piano. Tempi molto ristretti che Elio Sifo è riuscito a dilatare visto che ha inviato al progettista del piano, Giuseppe Rodriquez, le tavole per l’aggiornamento al piano. L’ufficio tecnico è stato infatti coinvolto nel lavoro dell’aggiornamento del piano e le tavole sono arrivate a tempo record a Messina.

Tocca ora al progettista procedere per la redazione delle tavole tecniche da sottoporre al consiglio comunale per l’approvazione. «Non ci sono vie alternative al Prg- dice l’ex assessore all’Urbanistica «O lo approva il consiglio comunale o lo farà il commissario; in ogni caso è ferma intenzione dell’amministrazione dotare la città dello strumento urbanistico». La determinazione di Elio Scifo non è stata forse apprezzata in alcuni settori del consiglio comunale che avrebbero preferito tempi più dilatati e comunque un approccio meno concreto da parte dell’assessore.

I tempi tecnici per avere le tavole aggiornate ci sono tutti e l’unico ostacolo è la parcella che Rodriquez ha chiesto al sindaco prima di aggiornare la variante alla luce delle comunicazioni dell’ufficio tecnico. Anche il tecnico incaricato di modificare le norme di attuazione del piano è al lavoro da qualche mese ed è in dirittura di arrivo per cui lo stesso sindaco Antonello Buscema riesce a vedere la luce in fondo al tunnel del Prg. L’assunzione della delega all’urbanistica da parte dello stesso sindaco è tra l’altro sintomatica dell’interesse dell’amministrazione di arrivare in consiglio con la variante al piano e già stasera l’argomento sarà discusso in consiglio comunale quando Elio Scifo comunicherà ufficialmente di avere rimesso la delega all’Urbanistica.

L’assessorato regionale al territorio ed ambiente da parte sua pare voler temporeggiare con l’invio del commissario alla luce delle iniziative ufficiali intraprese dall’amministrazioni e darà ancora qualche settimana di tempo anche se il commissariamento è sempre in agguato. L’amministrazione da parte sua ritiene che la discussione sul piano possa avere tempi brevi e che al momento l’ostacolo più duro è proprio quello della parcella da onorare al progettista.


IL PROSSIMO ARRIVO DEL SUPERCONSULENTE DELL´AREA TECNICA FRANCO POIDOMANI

Gli screzi di qualche settimana fa sono dimenticati; la Madonna «Vasa Vasa» riporta la pace tra Riccardo Minardo ed Antonello Buscema (Nella foto) ma nonostante le dichiarazioni di affetto Pd Mpa Elio Scifo restituisce la delega all’Urbanistica per quella che l’assessore percepisce come una guerra più o meno sotterranea degli autonomisti nei suoi confronti. Da oggi toccherà dunque al sindaco Antonello Buscema occuparsi del settore mentre Elio Scifo mantiene il centro storico, il patrimonio edilizio e la Protezione civile.

La decisione di Scifo era annunciata già da qualche settimana tanto che l’assessore era pronto a comunicare il suo intento al consiglio comunale tenutosi prima di Pasqua. L’assessore ha motivato la sua decisione con la necessità di togliere dall’impaccio l’amministrazione Buscema e la stessa maggioranza visto che, a causa della sua attività professionale di ingegnere, Elio Scifo ha in corso di approvazione due progetti che tuttavia risalgono al periodo in cui Scifo era fuori dalla politica.

«Mi sembra doveroso precisare –dice Elio Scifo- che da quanto sono assessore non ho presentato progetti ne all’Urbanistica ne allo Sportello Unico. Questo per spazzare il campo da sospetti e illazioni che potrebbero sorgere nella mente dei soliti benpensanti e per rivendicare l’assoluta liceità del mio comportamento». La remissione della delega ad Urbanistica arriva a qualche ora dalla nomina di Franco Poidomani quale responsabile dell’area tecnica grazie ad una convenzione sottoscritta con l’Asi di Ragusa. Un commissariamento di fatto dei dirigenti dei due settori ed in qualche modo degli assessori della giunta Buscema, Elio Scifo, Urbanistica , e Giorgio Cerruto, Lavori Pubblici.

Elio Scifo tuttavia smentisce che il suo gesto possa essere legato alla nomina di Franco Poidomani suil cui nome c’è stata unanimità dopo che la giunta ha dovuto prendere atto dell’impossibilità di nominare dirigenti esterni come era stato richiesto in un primo momento da Riccardo Minardo. I dirigenti infatti devono essere in organico all’ente e la normativa sugli enti locali non consente alcuna fuga in avanti.

Ecco dunque il nome di Franco Poidomani, direttore dell’Asi, consigliere provinciale indipendente, consulente del comune di Ragusa e della Regione per il piano energetico, cui l’amministrazione ha affidato il ruolo di direttore generale dell’area tecnica. Poidomani infatti coordinerà l’attività del settore urbanistica,dello sportello unico e dei lavori pubblici, ed ha già dato la sua disponibilità al sindaco. L’amministrazione ha sottoscritto la convenzione con l’ente di provenienza dell’esperto, nel caso specifico l’area per lo sviluppo industriale, e si metterà al più presto al lavoro.