Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:39 - Lettori online 729
MODICA - 24/03/2010
Attualità - Modica: pneumatici usati, materassi sfondati e pezzi di sanitari

Modica: Foro Boario degradato, discarica a cielo aperto

Anche nell’area attrezzata a verde i rifiuti, anche pericolosi, sono depositati a pochi passi dalla bambinopoli e da uno dei campetti di calcio

Pneumatici usati, materassi sfondati, pezzi di sanitari e altro ciarpame vario degradano un’area in origine pensata come uno dei fiori all’occhiello della città. E’ la zona dell’ex foro boario, al quartiere Fontana. I rifiuti potrebbero altresì inquinare la sorgente San Pancrazio, che serve i rubinetti della maggior parte delle abitazioni. Nei pressi sorge anche un immobile abbandonato e una volta utilizzato dagli operai che si occupavano della messa in funzione dei macchinari per l’erogazione idrica, oggi del tutto automatici. Uno stabile che potrebbe essere recuperato e destinato per altri scopi.

Anche l’area attrezzata a verde sprofonda nel degrado pressoché assoluto dove i rifiuti, anche pericolosi, sono depositati a pochi passi dalla bambinopoli e da uno dei campetti di calcio, che, manco a dirlo, risulta abbandonato. L’amministrazione non è riuscita a salvaguardare una zona densamente popolata e da sempre afflitta da questo genere di problemi. L’area era da qualche anno diventata una sorta di parcheggio abusivo permanete per carcasse d’auto, poi rimosse nell’ambito della bonifica generale messa in atto dalla polizia municipale. Ma nella zona del foro boario i problemi si sono nel frattempo ingigantiti.

I residenti hanno più volte invocato l’intervento dell’assessore all’ecologia Tiziana Serra, ma invano. L’amministratore è stato altresì contattato via telefono dal consigliere comunale del Pdl Sicilia Nino Gerratana, che, quanto deteneva le deleghe della Serra in qualità di assessore, aveva tentato di bonificare la vasta area, riuscendoci in maniera parziale. Lo stesso Gerratana ha effettuato un sopralluogo, ieri, su sollecitazione dei tanti residenti, alcuni dei quali si sono più volte armati di pazienza, provvedendo alla scerbatura dell’area dove sorge peraltro un piccolo monumento dedicato a padre Basile.