Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1552
MODICA - 25/11/2007
Attualità - Modica - Dopo le continue pressioni dei commercianti di via S. Cuore

Piano del traffico:
forse si fa dietro-front

Tra un mese gli attuali sensi unici potrebbero essere un ricordo Foto Corrierediragusa.it

C’è un ripensamento sul piano del traffico. I commercianti insistono, l’amministrazione vacilla. Entro l’anno i sensi unici potrebbero essere solo un ricordo. La forte pressione che i commercianti di via S. Cuore hanno posto su palazzo S. Domenico sta facendo riflettere sindaco ed assessori.

L’argomento è stato anche oggetto di acceso dibattito all’interno del direttivo Udc con consiglieri comunali ed i scritti che hanno apertamente chiesto al sindaco di fare marcia indietro almeno su via S. Cuore. « Non ci conviene, è impopolare, perdiamo consensi. Riapriamo al doppio senso via S. Cuore e lasciamo tutto il resto come è» « ha detto qualche consigliere trovando in Torchi orecchie attente.

Le delegazioni a palazzo S. Domenico si ripetono e la forza di pressione esercitata da un centinaio di commercianti sembra avere fatto breccia su Torchi che ha dato risposte interlocutorie a quanti si sono presentati. « Il sindaco ha preso l’impegno di darci una risposta entro il mese ? dicono i commercianti di via S. Cuore ? Noi aspettiamo e siamo fiduciosi».

Torchi attende il ritorno in sede dell’assessore Giorgio Aprile per prendere una decisione ma agli stessi commercianti è apparso più flessibile e disponibile all’ascolto. Le valutazioni politiche tra l’altro non sono indifferenti alla decisione da prendere e la via S. Cuore potrebbe ritornare al doppio senso di circolazione prima di quanto si potesse pensare. I segnali ci sono tutti ed il primo è stato la riapertura a doppio senso di via Nazionale per la quale l’assessore Aprile e lo stesso sindaco avevano garantito il mantenimento del senso unico a salire.