Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 748
MODICA - 13/03/2010
Attualità - Modica: il progetto c’è ed è stato consegnato all’amministrazione

Piano traffico, meno caos in centro storico a Modica

Il sindaco Antonello Buscema ha dato il via libera
Foto CorrierediRagusa.it

Il progetto c’è ed è stato consegnato all’amministrazione. Ora bisogna passare alla fase operativa. «Intendiamo accelerare e mettere mano al traffico nel centro storico. Sarà un impatto graduale ma significativo» annuncia l’assessore alla viabilità Antonio Calabrese. Qualcuno prova intanto delle soluzioni "personali" per ovviare al problema traffico lungo corso Umberto I (nella foto). Battute a parte, una riunione con la società responsabile del progetto viabilità si è tenuta nei giorni scorsi a palazzo S. Domenico alla presenza del sindaco.

Antonello Buscema ha dato il via libera. «Il piano traffico fa parte del nostro programma elettorale –dice il sindaco- Abbiamo acquisito tutti i dati, li abbiamo valutati e siamo pronti per partire». Il progetto si articola su due momenti essenziali. Il primo riguarda il riutilizzo e la riapertura del parcheggio di viale Medaglie d’oro. L’amministrazione ha predisposto un intervento per ottenere il collaudo amministrativo e chiederà successivamente il collaudo da parte dei vigili del fuoco visto che ci sono alcune modifiche da apportare ai due piani del parcheggio per ottenerne la agibilità.

«Grazie alla riapertura del parcheggio e l’utilizzo dello spazio antistante riusciremo ad avere non meno di 350 posti per le macchine –assicura Antonio Calabrese. La disponibilità di questi spazi consentirà di liberare il corso Umberto ed in genere il centro storico di mezzi in attraversamento o in sosta. Il progetto infatti prevede una nuova organizzazione delle strisce blu che infatti diminuiranno di numero, circa trenta posti macchina, per attrezzare una corsia preferenziale da destinare alla navetta.

Sono infatti previsti mini bus che faranno la spola tra il parcheggio e piazza Monumento. La corsia preferenziale è pensata infatti per un collegamento rapido, quanto mai affidabile e rispettoso dei tempi di percorrenza per invogliare residenti, turisti, visitatori e gli stessi residenti a lasciare la macchina al parcheggio ed utilizzare i pullmini per i loro spostamenti in centro. Non è dunque prevista la chiusura del corso Umberto come invocata da più parti ma una diversa organizzazione dei flussi viari.

Il corso Umberto tuttavia resterà chiuso nei fine settimana e nei festivi per un periodo più lungo rispetto alle tre ore previste dalla attuale ordinanza. La società cui sarà affidata la gestione del parcheggio dovrà anche fornire i pullmini navetta e la convenzione prevede che non ci dovranno essere costi a carico del comune.

«Vogliamo partire con questo progetto per capire se e come sarà metabolizzato dalla città –dice l’assessore Antonio Calabrese- Intervenire su abitudini consolidate nel tempo e modificare costumi commerciali ed economici sui quali vive la città storica non è semplice per cui riteniamo di procedere con un approccio morbido senza scombussolare più di tanto». La chiusura totale al traffico del corso Umberto non è dunque all’ordine del giorno; almeno fino alla realizzazione della strada alternativa il cui primo tratto è stato già finanziato con un intervento della Protezione civile. Il primo tratto va dal ponte di S. Giuliano fino al primo segmento di contrada Giganta ma ne restano altri due su cui intervenire e soprattutto da finanziare.