Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1215
MODICA - 12/03/2010
Attualità - Modica: il testo di Viviano presentato sulla scena del Garibaldi

"La porta della vita" parla di migranti agli studenti

E’ la vicenda della nave Pinar con un carico di migranti che approda in condizioni disperate a Lampedusa.
Foto CorrierediRagusa.it

Gli studenti si interrogano sul fenomeno immigrazione. L’occasione è data dallo spettacolo presentato al teatro Garibaldi «La porta della vita» come speciale della stagione di prosa.

Il testo è tratto dagli articoli di Francesco Viviano, inviato di Repubblica, ed adattato da Filippo Luna per le scene. Viene presentata la vicenda della nave Pinar e della Cap Amamur con i loro carichi di migranti che approdano in condizioni disperate a Lampedusa. Sono storie di diseredati, ognuna diversa dalle altre che si confrontano con i dubbi e le perplessità di quanti, come gli uomini della guardia di finanza, devono respingere, in tempi più recenti a noi, i migranti verso l’inferno da cui sono scappati.

Foto, musiche, immagini, hanno accompagnato i quattro interpreti dello spettacolo, tra cui lo stesso regista Filippo Luna, ed hanno catturato l’interesse e l’attenzione degli studenti delle scuole superiori della città. La fondazione Garibaldi ha voluto aprire il teatro alla scuola con un tema forte ed ha centrato l’obiettivo visto che lo spettacolo è stato vissuto dagli spettatori con intensità. In conclusione Francesco Viviano ha raccontato dal vivo alcune sue esperienze e sottolineato alcuni passaggi della» Porta della vita».

(Nella foto: un gruppo di studenti e docenti allo spettacolo con l’attore Andrea Tidona)