Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 861
MODICA - 12/02/2010
Attualità - Allo Scientifico "Galilei" un progetto teatrale biennale con laboratori e sessioni di studio

Studenti sulle tracce di William Shakespeare

Impegnati 25 allievi delle terze e quarte classi dell’istituto modicano
Foto CorrierediRagusa.it

Sulle tracce di Shakespeare. E’ il progetto biennale che 25 studenti delle terze e quarte classi dello Scientifico «Galilei» hanno intrapreso per conoscere più da vicino il teatro del grande drammaturgo inglese. Il progetto, finanziato con fondi europei, prevede una prima fase che si concentra sul «vedere e riflettere» sui testi teatrali. Il secondo momento riguarda invece il «fare», ovvero la messa in scena di un’opera teatrale.


I laboratori teatrali sono stati affidati alla regista palermitana Claudia Puglisi, che vanta già diversi premi per le sue regie teatrali, affiancata dall’attrice Silvia Scuderi.
«Il progetto – spiega il tutor del corso, Uccio Di Maggio, docente di Inglese– presenta numerosi agganci con il programma didattico di Lingua e letteratura inglese e ha suscitato grande entusiasmo tra i ragazzi. Al di là dei contenuti, il corso serve a sviluppare le relazioni interpersonali attraverso canali stimolanti e creativi».


Diverse le motivazioni che hanno spinto gli alunni a parteciparvi, sorrette però da un entusiasmo comune. Mathieu Renard, studente di una terza classe, proveniente dal Belgio, per il quale il teatro è da sempre una passione dice «Adoro il teatro e il cinema ,mi piace osservare le mimiche facciali degli attori. Vorrei fare l’attore di teatro o di cinema». Per altri la curiosità è stata la molla decisiva. «Ho scelto di frequentare il corso teatrale perché mi incuriosiva – ha detto Antonio Cassarino, studente di quarta - Volevo mettermi alla prova, per me si tratta della prima esperienza». Walter Polara vuol dare invece continuità alle esperienze precedenti «Abitualmente – dice - partecipo a sketch e messe in scena teatrali nell’ambito dei gruppi Scout locali».

La prima fase del laboratorio ha preso il via in questi giorni e si concluderà a fine aprile.

(Nella foto: il gruppo degli allievi del "Galilei" impegnato nel progetto)