Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 804
MODICA - 13/02/2010
Attualità - Modica: gli esiti del vertice a palazzo San Domenico tra giunta e cioccolatieri

Chocobarocco, sinergia tra giunta e cioccolatieri per la dolce kermesse

Scarso: "Abbiamo deciso di posticipare Chocobarocco di otto mesi rispetto all’originaria data di aprile, per lavorare con maggiore serenità e per assicurare una migliore riuscita"

Sarà un comitato promotore composto da sindaco, presidente del Consorzio di tutela del cioccolato, presidente della Camera di commercio, amministratori della provincia, associazioni di categoria e cioccolatieri non consorziati ad occuparsi dell’organizzazione di Chocobarocco 2010, programmata dal 3 all’8 dicembre.

Il comitato si trasformerà presto in una fondazione, in modo tale da poter acquisire anche finanziamenti da privati e poter dare luogo ad una dolce kermesse assolutamente da ricordare. Sarà un ritorno al passato, con un taglio squisitamente culturale e con la presenza di grossi nomi, Perugina in primis, in grado di creare le attese ed attirare migliaia di turisti. Insomma, Chocobarocco archivia l’esperienza poco felice dell’edizione sperimentale, e si trasforma in una sorta di Eurochocolate versione invernale, con un’attenzione rivolta allo spettacolo, all’intrattenimento di qualità, alla divulgazione scientifica, all’evento che fa tendenza. Una minirivoluzione concertata tra le parti in causa, le quali hanno messo da parte le divergenze sulla paternità del marchio Chocobarocco, che, per non scontentare nessuno, sarà gestito direttamente dal comitato promotore e futura fondazione.

E’ l’esito del vertice tenutosi giovedì sera a palazzo San Domenico e che ha lasciato tutti quanti abbastanza soddisfatti, a cominciare dal vice sindaco Enzo Scarso, il quale inneggia alla sinergia tra pubblico e privato per dare luogo ad un evento di respiro nazionale che coinvolgerà anche le scuole. «Di concerto con i cioccolatieri – dice Scarso – abbiamo deciso di posticipare Chocobarocco di otto mesi rispetto all’originaria data di aprile, per lavorare con maggiore serenità e per assicurare una migliore riuscita alla kermesse. Inoltre intendiamo sperimentare la formula invernale per testare le reazioni del pubblico visto che, in fondo, Eurochocolate si è sempre tenuta in primavera.

Credo che – aggiunge Scarso – a ridosso del periodo natalizio, anche dal punto di vista commerciale la manifestazione possa riscuotere ampi consensi visto che, sotto le festività, i dolciumi in genere risultano piuttosto gettonati. Anche per questo abbiamo previsto un maggior numero si espositori. Abbiamo quindi otto mesi di tempo – conclude Scarso – per realizzare un evento memorabile». Dello stesso avviso anche il presidente del consorzio di tutela del cioccolato modicano Tonino Spinello, secondo cui «adesso Chocobarocco presenta tutte le carte in regola per bissare lo strepitoso successo delle prime due edizioni di Eurochocolate, forte anche dell’idea della Notte barocca, una sorta di notte bianca – conclude Spinello – del cioccolato».