Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1078
MODICA - 13/02/2010
Attualità - Modica: bambini e famiglie animano la parata in corso Umberto

Il carro di Alice anima il carnevale di Modica

Maschere, carri e pannelli preparati dagli studenti del Liceo Artistico hanno vita alla sfilata
Foto CorrierediRagusa.it

Bionda, avvolta in un drappo blu, con una tazza ai suoi piedi e tanti funghi della foresta; Alice del paese delle meraviglie (Nella foto: il carro) si presenta così al carnevale modicano.

Il carro realizzato dagli studenti del liceo Artistico "Campailla" ha aperto la sfilata partita dal teatro Garibaldi e conclusasi in piazza Matteotti. La piazza è stata anche addobbata con pannelli, maschere, macchine mobili che hanno dato colore ed allegria. Tanti i bambini delle scuole medie ed elementari che hanno preso parte alla festa indossando costumi tutti ispirati alla favola di Alice, il coniglio, il bruco, il gatto, il castello con le carte, la dama bianca.

A corollario della sfilata anche una mostra di disegni e di quadri sul tema di Alice nell’androne del palazzo della cultura.
Il prosismo appuntamento è ora per martedì grasso quando è prevista invece la lettura drammatizzata dei brani del libro di Lewis Carrol a cura dei laboratori artistici della città con la collaborazione del personale della biblioteca comunale.

«Voglio sottolineare –dice il sindaco Antonello Buscema- il coinvolgimento collettivo di scuole e famiglie che come lo scorso anno si sentono protagonisti della festa».

IL CARNEVALE DI ALICE
Da Pinocchio ad Alice. Il personaggio di Collodi che è stato protagonista del carnevale dello scorso anno passa il testimone alla bambina terribile del libro di Lewis Carrol che animerà la festa edizione 2010.

Ancora una volta sono le scuole ad essere in prima fila in questa reinterpretazione del carnevale che si ispira direttamente al progetto «Nel solo della tradizione». Maschere, carri, quadri, cartelloni, tutti ispirati dai personaggi tra il fantastico e l’immaginario, sono stati preparati dalle scuole dell’obbligo della città ed in particolare dagli studenti del liceo artistico Tommaso Campailla che hanno contribuito con i loro docenti a dare corpo e colore a schizzi ed idee. I personaggi di Alice sfileranno in parata lungo il corso Umberto domenica alle 17.30 dal largo S. Francesco per attraversare tutta la città preceduti dai gruppi delle scuole e delle associazioni.

Sarà una domenica in allegria che sarà vissuta in modo sano, bandendo schiume e scherzi di cattivo gusto. Martedì, giorno della festa, è prevista la lettura del libro «Alice nel paese delle meraviglie» dalle 18.30 nell’atrio comunale. L’organizzazione è degli addetti della biblioteca comunale, delle associazioni Biribillie, la Casa del sole e la partecipazione del gruppo Skantu.

«Le due iniziative in programma sono il terminale di un percorso cominciato una anno fa circa con un convegno sul senso della manifestazione, mimica, linguaggio e comunicazione e con una serie di laboratori sul tema che ha visto impegnati bambini delle scuole elementari e medie con il coinvolgimento dei genitori» dice Marcella Fragapane, coordinatrice della manifestazione. Oltre alle scuole sponsor privati ed associazioni hanno reso possibile la manifestazione grazie ad un coinvolgimento diretto anche dal punto di vista economico.