Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 803
MODICA - 10/02/2010
Attualità - Modica: le strade provocano disagi e talvolta anche incidenti

Pdl Sicilia all´attacco: strade assassine a Modica. Ora basta

Cosa aspetta l’amministrazione ad agire? Il gruppo consiliare incalza

Le strade comunali sono pericolose. Le segnalazioni e le denunce dei cittadini non si contano più; nella frazione di Zappulla è stata segnalata una buca di considerevoli dimensioni che ha già causato danni a numerosi automobilisti, a Frigintini in zona Pozzo Cassero la situazione non è meno grave, a Serra Pero e S. Giuliano la carreggiata è un colabrodo ed all’entrata della città,sulla vecchia provinciale per Ragusa il percorso tra le buche è un autentico slalom. E’ una emergenza vera e propria che rende la mobilità difficile ma soprattutto pericolosa per i riflessi che può avere non solo per chi guida ma anche per pedoni e passanti.

Gli automobilisti infatti sono più intenti a scansare le buche che a tenere una condotta di guida regolare. Le iniziative dell’amministrazione comunale su questo fronte sono del tutto insufficiente ed anzi i rattoppi eseguiti hanno provocato solo rabbia; è il caso di via Risorgimento dove il tappetino nuovo è stato rimosso dalla pioggia nel giro di 48 ore anche perché la qualità della miscela usata non sembra essere stata della migliore qualità. Un pericolo nel pericolo è inoltre rappresentato dalla mancata segnalazione delle buche visto che il servizio manutenzione non riesce a far fronte all’emergenza per l’alto numero di interventi segnalati.

La questione viabilità è dunque all’ordine del giorno e rappresenta l’emergenza di questi giorni, che purtroppo è destinata a durare ancora. L’amministrazione attende infatti che il tempo si rimetta al bello per non vanificare quei pochi interventi programmati ed i fondi stanziati con tre cantieri di lavoro, appena quarantamila euro, sono del tutto insufficienti in una città che conta un centinaio di chilometri di strade urbane e ben 800 in totale, forse il chilometraggio più alto per un comune di tutta la Sicilia a causa della estensione delle campagne ed al passaggio delle strade di competenza provinciale al comune per una scelta dissennata operata dalla amministrazione precedente.

Il gruppo consiliare Pdl è intervenuto con un documento sulla questione viabilità ed ha invitato il sindaco ad attivarsi organizzando gli uffici e soprattutto segnalando i casi di pericolo per prevenire eventuali gravi incidenti. Il Pdl chiede anche una ricognizione puntuale delle condizione delle strade per programmare gli interventi da attuare.