Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1018
MODICA - 05/02/2010
Attualità - Modica: il Tar si pronuncerà in settimana sul ricorso presentato da una ditta

Modica: Contratto di quartiere, appalto sbloccato a breve

Nessun rischio di perdita della somma stanziata per il progetto

Si conoscerà entro la settimana la decisione del Tribunale amministrativo regionale in merito al ricorso inoltrato dalla Maru, una delle imprese partecipanti alla gara d’appalto dei lavori per la realizzazione del contratto di quartiere, propedeutico alla riqualificazione dell’area di Treppiedi Nord e Sud, dove insistono gli alloggi popolari. I giudici del Tar potrebbero anche optare per un rinvio della sentenza, dilatando ulteriormente i tempi.

Un circostanza che non preoccupa l’assessore comunale ai lavori pubblici Giorgio Cerruto, secondo cui «è ormai prassi che circa l’80% delle gare d’appalto in Italia risultino bloccate a causa dei ricorsi delle ditte partecipanti». Consapevole di ciò, Cerruto sgombera il campo da dubbi su una ipotetica perdita della somma pubblica stanziata per il contratto di quartiere: 9 milioni di euro.

«Nessun problema in questo senso – precisa l’assessore – anche perché, in caso contrario, almeno mezza Sicilia perderebbe i finanziamenti. Su circa una dozzina di contratti di quartiere proposti nell’Isola – prosegue Cerruto – solo una minima parte sono stati avviati, mentre tutti gli altri risultano bloccati per le stesse motivazioni che hanno determinato la sospensione della nostra gara d’appalto.

Per mero scrupolo – prosegue l’amministratore – mi sono personalmente messo in contatto con il funzionario dell’assessorato regionale ai lavori pubblici Enrico Gugliotta, il quale mi ha confermato che i finanziamenti non saranno in alcun modo perduti». Aldilà dell’esito del ricorso, spetterà poi all’Urega (ufficio regionale per l’espletamento delle gare e l’appalto di lavori pubblici) riavviare la gara d’appalto, entro quattro mesi dalla sentenza del Tar. Anche i sindacati attendono con trepidazione l’esito della vicenda, visto che le ricadute occupazionali sono troppo ghiotte per vederle sfumare.

Di recente, il segretario generale della Cgil di Ragusa Giovanni Avola e Paolo Aquila, segretario generale della Fillea Cgil, avevano chiesto alla giunta la convocazione immediata della commissione di gara, per verificare quali sono i margini di manovra per rimettere il progetto in marcia. Gli investimenti dei privati, tra riqualificazione degli alloggi popolari e delle aree limitrofe, si aggirano sui 30milioni di euro.