Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 535
MODICA - 10/01/2010
Attualità - Modica: dalla parrocchia del S. Cuore verso il Congo

Il vescovo di Noto Staglianò guida la missione a Butembo

Cinquanta persone in tutto, tra cui nove sacerdoti sono partiti sabato a portare la buona novella

Cinquanta persone in missione in Congo. Il vescovo di Noto, Mons Antonio Staglianò, guida la missione che è partita dalla parrocchia del S. Cuore e che si recherà nella diocesi gemellata di Butembo Beni nell’Africa centrale.

Nove i sacerdoti che fanno parte del gruppo mentre dieci sono i rappresentanti dell’associazione di volontariato intitolata a Grazia Minicuccio, una giovane modicana scomparsa prematuramente ed in nome della quale sono stati avviati progetti come la realizzazione di un centro sociale e di una clinica pediatrica. La comunità cristiana della città si propone inoltre di realizzare un progetto di autosufficienza alimentare e la costruzione di un ospedale in memoria del fratello del vescovo Antonio Staglianò, scomparso di recente.

Il gemellaggio tra la diocesi di Noto e quella di Butembo Beni è ormai ventennale ed è stato avviato dal vescovo emerito Mons Salvatore Nicolosi, poi proseguito da Mons Giuseppe Malandrino e da Mons Mariano Crociata. La missione cittadina ha raccolto nel passato fondi per l’acquisto di turbine per l’elettrificazione e per la costruzione di scuole nei villaggi di Butembo Beni.