Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 556
MODICA - 18/11/2007
Attualità - Modica - Rassicurazioni dell’assessore Scucces

Il "Cristo Porta" sarà
ripulito grazie
ad uno speciale detergente

Lo stato di degrado del monumento aveva suscitato indignazione Foto Corrierediragusa.it

Si attende l’arrivo di un detergente speciale per ripulire dai graffiti il monumento del «Cristo Porta» (nella foto), che si affaccia sul belvedere di via San Benedetto da Norcia. Lo rende noto l’assessore al centro storico ed alle manutenzioni Giovanni Scucces che, già da qualche settimana, aveva incaricato una ditta specializzata per riportare il monumento all’originario splendore. Parecchi cittadini, devoti e non, avevano difatti già segnalato all’assessore il vergognoso stato in cui il monumento è stato ridotto da ignoti teppisti, e che aveva fatto registrare l’indignazione del vicario foraneo don Umberto Bonincontro.

«La ditta incaricata della ripulitura del «Cristo Porta» ? dichiara Scucces ? mi ha rassicurato sull’arrivo dell’atteso detergente per la prossima settimana, entro la fine della quale saranno rimosse le poco edificanti scritte che imbrattano il monumento». Sempre su disposizioni dell’assessore, il servizio manutenzioni si attiverà per dotare la zona di un adeguato impianto di illuminazione,in modo da valorizzare e, soprattutto, tutelare il monumento dopo la sua ripulitura.

Soddisfazione viene espressa da don Umberto per le risoluzione di una vicenda incresciosa e irrispettosa della Chiesa e della città, alla quale il monumento era stato donato in ricordo del Giubileo 2000. La scopertura del «Cristo Porta», scolpito su pietra di Modica dall’artista modicano Tonino Migliore, spettò all’allora vescovo Giuseppe Malandrino a conclusione della sua visita pastorale in città nel 2004.