Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1088
MODICA - 17/12/2009
Attualità - Modica: iniziativa della provincia regionale

Bevete l´acqua del rubinetto. Presto il marchio di qualità

Salvo Mallia, assessore provinciale all’ambiente, ha lanciato l’idea nel corso del convegno tenuto presso il tendone di piazza Matteotti per iniziativa della Confcommercio, della Federalberghi e del Confturismo

Un marchio di qualità per l’acqua iblea. Salvo Mallia, assessore provinciale all’ambiente, ha lanciato l’idea nel corso del convegno tenuto presso il tendone di piazza Matteotti per iniziativa della Confcommercio, della Federalberghi e del Confturismo.

Presenti amministratori, tecnici ed operatori del settore turistico alberghiero che sul problema acqua hanno dimostrato particolare sensibilità. Il convegno è stata anche l’occasione per fare il punto sullo stato dell’acqua in provincia e sulla sua salubrità. Lucia Antoci, direttore provinciale dell’Arpa, ha confermato che il 90 per cento del territorio provinciale è al sicuro da inquinamenti ed infiltrazioni delle falde acquifere; resta a rischio solo il 10 per cento che è quella porzione dove si sviluppa l’agricoltura intensiva e la fascia trasformata. Le criticità sono date dall’uso di fitofarmaci e nitrati che possono determinare alterazioni nel bene acqua.

Loris Serraino, consulente tecnico della Gesea, ha invece solo certezze «L’acqua proveniente dalle falde acquifere della provincia è sicuramente potabile e può essere bevuta direttamente dal rubinetto. Non c’è dunque bisogno di ricorrere ad acque minerali che spesso sono scelte per la confezione, per la pubblicità e sempre meno per le sue caratteristiche».