Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:32 - Lettori online 1234
MODICA - 16/12/2009
Attualità - Modica: la manifestazione del cioccolato si terrà il 16 - 17 - 18 aprile

Modica: ad aprile una choco - kermesse internazionale

La data cade subito dopo pasqua e prima della settimana di S. Giorgio che coincide anche con il 25 aprile

Una certezza, molte idee. Il tavolo tecnico voluto dall’amministrazione comunale per definire la manifestazione sul cioccolato ha deciso di tenere l’evento nella terza settimana di aprile. Da venerdì 16 a domenica 18 la città ospiterà per la quinta volta consecutiva la kermesse sul cioccolato modicano anche se ancora non si conoscono nome e partner della manifestazione.

La data cade subito dopo pasqua e prima della settimana di S. Giorgio che coincide anche con il 25 aprile. Risponde alle richieste di commercianti ed albergatori che hanno chiesto di non intasare periodi comunque pieni per il turismo. Tutti d’accordo dunque sulla data ma molto da fare invece su tutto il resto visto che non si sa ancora a chi andrà la gestione dell’evento né quale sarà- Chocobarocco è infatti il marchio di cui è titolare la Fine Food Organization con la quale è in corso un contenzioso mentre le porte sono chiuse per un ritorno di Eurochocolate, ovvero di Eugenio Guarducci e la sua macchina organizzativa.

Antonello Buscema ha tuttavia posto ai suoi interlocutori un punto di partenza; l’amministrazione sarà infatti titolare ed organizzatore della manifestazione mentre la gestione sarà affidata ad un ente terzo. Chi sarà il gestore non potrà dunque essere organizzatore ed organizzatore e ciò per sgombrare il campo da alcuni equivoci di fondo che hanno creato intoppi e dissapori nelle più recenti edizioni. Da un lato quindi il comune ed i suoi amministratori pro tempore che sono i titolari del marchio e promotori dell’evento, dall’altro una società, un gruppo, cui sarà demandata la gestione su precise scelte operate a monte.

L’amministrazione vuole a questo punto recuperare i nome di Chocobarocco ed incontrerà i rappresentanti della Fine Food Organization per cercare di trovare un accordo. Su un altro punto tutti gli attori convocati a palazzo S. Domenico si sono trovati d’accordo e cioè sul fatto che l’evento dovrà avere una caratterizzazione nazionale ed internazionale. Non è ancora dato sapere come ciò sarà realizzato e con quali fondi ed il sindaco ha dato appuntamento ad un altro incontro.

Per il momento ha incassato il sì di camera di commercio ed amministrazione provinciale che sono stati negli anni passati i maggiori sponsor della manifestazione «Sosteniamo la festa del cioccolato modicano come amministrazione provinciale ma registriamo ancora un po’ di confusione» commenta a margine il vicepresidente della provincia. Anche per il disciplinare di tutela del marchio Buscema ha dato appuntamento ad un successiva riunione anche se a margine dell’incontro di palazzo S. Domenico un dibattito sulle forme di tutela del prodotto si è sviluppato nel tendone di piazza Matteotti in occasione della presentazione del libro «Cioccolato di Modica» di Emanuela Ferro edito in collaborazione con la cooperativa sociale Quetzal.

Antonio Paolini dell’Espresso ha indicato al sindaco ed agli esperti presenti la strada maestra «Bisogna fissare delle regole condivise per affermare l’eccellenza del prodotto –ha detto il giornalista gastronauta- La strada è quella dell’autocertificazione e non servono né Itg né altri marchi. I produttori di cioccolato fissino dieci regole,le codifichino e vadano avanti su questa strada. Quello sarà il vero cioccolato artigianale di Modica».

«Siamo disponibili come Provincia Regionale di Ragusa a contribuire sul piano organizzativo alla realizzazione della kermesse sul cioccolato di Modica che il Comune intende promuovere per la prossima primavera. Ci siamo resi conti che il processo organizzativo è allo stato nascente e che su alcune scelte di fondo (individuazione del nome della manifestazione, della società che dovrà gestire l’evento ed altro) c’è molta confusione».

Così il vicepresidente della Provincia Girolamo Carpentieri, dopo la riunione che si è tenuta oggi a Modica, si mostra perplesso sul cronoprogramma che la manifestazione dovrebbe avere e che si stenta a definire.

«Al di là delle possibili disfunzioni che si possono mettere a punto, ma celermente e senza indugiar e senza incorrere negli errori dell’ultima edizione così come evidenziati dagli stessi amministratori comunali – aggiunge Carpentieri- ho ribadito la piena disponibilità della Provincia ad essere partner della manifestazione con un ruolo da protagonista. Ribadiamo l’utilità della manifestazione per essere a fianco del consorzio e di tutti i cioccolatieri di Modica che intendono rilanciare il cioccolato, abbandonando gli stretti confini del municipalismo».