Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 795
MODICA - 13/12/2009
Attualità - Modica: sabato si è registrata l’attesa inaugurazione

Fruibile dal pubblico il parco archeologico di Santa Lucia

Ci sono voluti quasi venti anni per arrivare al taglio del nastro
Foto CorrierediRagusa.it

E’ stato aperto al pubblico il parco archeologico di S. Lucia. E’ un parco di quartiere in uno dei quartiere più antichi della città e si sviluppa su tre livelli con grotte, camminamenti e angoli verdi che rendono il sito gradevole per le visite ed interessante per la testimonianza storica sulle origine di quella che è stata la città rupestre.

Ci sono voluti quasi venti anni per arrivare al taglio del nastro visto che del parco archeologico di S. Lucia si è cominciata a parlare alla fine degli anni 80’ con l’allora sindaco Carmelo Ruta che affidò il primo incarico per la redazione di un progetto di recupero. L’ultimo intervento, affidato dalla precedente amministrazione a Ferdinando Romano, ha comportato una spesa di 127mila euro per il completamento del parco grazie alla realizzazione dell’impianto di illuminazione, dei camminamenti, degli interventi sulle grotte.

Fondamentale è stato il ruolo della sovrintendenza ai beni culturali di Ragusa che ha seguito dfal punto di vista storico ed archeologico il lavoro di recupero e la preparazione dei pannelli che indicano al visitatori le origini e la funzione delle grotte. L’insediamento rupestre risale al 12mo secolo e fanno di S. Lucia una piccola città trogloditica che resiste fino alla fine del 900’, fase in cui le grotte sono utilizzate ancora come abitazioni ed anche come stalle.

E’ una linea continua che unisce città come Scicli, Ragusa e Modica e che spiega la presenza di insediamenti rupestri a fini abitativi. E’ stato il sindaco Antonello Buscema insieme a Riccardo Minardo ed alcuni componenti della giunta a presenziare all’inaugurazione del parco mentre Maria Sammito, funzionaria della sovrintendenza, ha fatto da cicerone per la prima visita del parco. Il primo problema che si pone per l’amministrazione è quello di gestione e tutela del parco che non può essere lasciato abbandonato a se stesso ma dovrà essere affidato per la custodia. In questo senso il sindaco pensa alla collaborazione con alcuni residenti che hanno preso a cuore il problema.

Nella foto da sx l´assessore Elio Scifo, l´on Riccardo Minardo, il sindaco Antonello Buscema, il consigliere Diego Mandolfo e l´archeologa Anna Maria Sammito