Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 621
MODICA - 06/12/2009
Attualità - Modica: giro di vite contro le infrazioni al codice della strada

Carabinieri per i diritti dei più deboli elevano multe a raffica

Spesso gli automobilisti indisciplinati occupano abusivamente i parcheggi riservati ai diversamente abili Foto Corrierediragusa.it

I vigili urbani «latitano» e i Carabinieri ci mettono una pezza. Per arginare il dilagante fenomeno della maleducazione stradale da parte di cittadini non dotati di nessun senso civico, i militari hanno da qualche giorno avviato una costante e capillare attività di repressione delle violazione al codice della strada, soprattutto in difesa dei diritti delle persone diversamente abili.

Il carro attrezzi ha, in quest’ultima settimana, lavorato a ritmo costante, grazie all’incessante attività degli uomini coordinati dal capitano Alessandro Loddo, che, oltre ad occuparsi della microcriminalità e della tutela della sicurezza pubblica, hanno deciso di mettere ordine per quanto riguarda il rispetto del codice della strada. Sono stati sanzionati quanti usano parcheggiare senza remore di sorta in doppia fila, sulle strisce pedonali o, addirittura, negli spazi riservati alle persone diversamente abili, senza mostrare in briciolo di rispetto verso chi ha già i suoi problemi.

In quest’ottica si inquadra l’intervento operato in alcuni punti, cosiddetti «sensibili», di Modica: da corso Umberto I a piazza Corrado Rizzone, passando per le altre arterie più trafficate. Numerosi cittadini disabili, nei giorni scorsi, si erano rivolti al 112 per segnalare l’impossibilità di trovare un parcheggio all’interno degli spazi loro destinati, perché occupati abusivamente da altri automobilisti, nonostante la specifica segnaletica verticali ed orizzontale esistente.

Nel giro di pochi giorni i militari hanno elevato oltre 50 contravvenzioni e fatto portare via dal carro attrezzi decine di veicoli, sotto il naso dei proprietari della auto, che si precipitavano a fornire spiegazioni poco plausibili ai militari. Prima dell’intervento dei Carabinieri, queste persone erano, guarda caso, sempre irrintracciabili. Un giro di vita esemplare, che porta ad oltre 4mila le contravvenzioni per la violazione del codice della strada elevate dai Carabinieri della compagnia di Modica, la maggior parte delle quali ha riguardato l´omesso uso del casco alla guida di ciclomotori e il mancato uso delle cinture di sicurezza quando si è al volante. In aumento altresì le sanzioni per l´uso indebito del cellulare, senza auricolare vivavoce o bluetooth, mentre si è alla guida.