Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 343
MODICA - 04/12/2009
Attualità - Modica: le perplessità di alcuni consumatori

Gas "leggero" e bollette "pesanti"? Dipende dai consumi

Dalla "Con energia" rispondono: "Siamo disponibili a chiarire ai nostri utenti ogni dubbio nella nostra sede"

Il costo del gas per forniture domestiche diminuisce, ma, di converso, aumentano le quote fisse. Decine dei circa seimila utenti della «Con energia» di Modica lamentano una lievitazione eccessiva della bolletta, alla quale sarebbero state aggiunte voci che gli stessi utenti bollano come «poco chiare». Si tratta, ad esempio, della cosiddetta «quota fissa di misura», ammontante a circa 12 euro.

«Siamo disponibili a chiarire ai nostri utenti ogni dubbio nella nostra sede – spiegano via telefono dalla «Con energia» – ma teniamo a sottolineare che la l’aumento del cosiddetto canone è scattato a seguito delle delibere 64 e 79 del 2009 dell’authority di settore». In sostanza, come dichiarano dalla «Con energia», si sarebbe trattato di un adeguamento delle quote fisse registratosi in contemporanea alla diminuzione del costo del gas. Situazione che si traduce nelle nuove voci e negli aumenti in bolletta e che si ripercuote a carico di chi consuma poco gas.

Per gli utenti che presentano un fabbisogno pari a 600-700 metri cubi di gas all’anno si registra invece in risparmio di circa 20-25 euro rispetto al raddoppio delle quote fisse, saltate da 35 a 77 euro. In bolletta, fanno notare dalla Con Energia, è evidenziata anche la voce «quota fissa UG2», che presenta uno scorporo di 24 euro corrispondente al risparmio annuale di cui, ovviamente, non beneficia chi consuma quantità irrisorie di gas. In sostanza, chi più consuma, più risparmia.

La maggior parte dei cittadini, però, preferisce ricorrere al classico «bombolo», portato direttamente a domicilio dai rivenditori autorizzati, al costo di circa 20-25 euro. La «Con energia» prevede comunque un’inversione di tendenza, soprattutto per quelle zone in rapida espansione urbanistica, dove i condomini e le villette a schiera si prestano maggiormente all’allaccio alla rete del gas, rispetto magari alle case singole del centro storico.