Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 701
MODICA - 28/11/2009
Attualità - Modica: in un giorno ne sono arrivati ben quattro

Al Comune "piovono" decreti ingiuntivi per 180 mila euro

I decreti riguardano debiti non onorati per forniture e servizi prestati da varie aziende e da privati tra il 2006 ed il 2007

Dal Tar "piovono" decreti ingiuntivi per palazzo S. Domenico. In un giorno ne sono arrivati ben quattro per un totale di 180 mila euro. I decreti riguardano debiti non onorati per forniture e servizi prestati da varie aziende e da privati tra il 2006 ed il 2007. Dopo vari solleciti da parte dei legali dei creditori il ricorso al Tar che ha disposto il pagamento dei debiti con l’insediamento di un commissario ad acta la cui nomina spetta al prefetto di Ragusa.

Ci sono 120 mila euro da pagare alla Idrolab, 11 mila ad un privato, nove mila euro per la Virlinzi spa e altri 42 mila euro tra oneri, spese giudiziarie ed interessi alla Tecno sud. Il commissario ad acta ha la facoltà di prelevare le somme da un qualsiasi capitolo di bilancio e di pagare in tempo reale i creditori. I decreti ingiuntivi sono l’incubo dell’assessore al bilancio Peppe Sammito perché sconvolgono tutti i piani di spesa mezzi a punto facendo mancare ossigeno vitale alle casse comunali. Altro fatto negativo è l’impossibilità di stabilire quanti possono essere i decreti ingiuntivi e per quanto incideranno sulle casse comunali. Le comunicazioni infatti avvengono non appena il Tar esamina i vari ricorsi e delibera.