Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 821
MODICA - 26/11/2009
Attualità - Ragusa: sono ben quattro i ristoranti stellati

La Guida Michelin 2010 premia la provincia di Ragusa

Il vice presidente della provincia Carpentieri e il presidente di Confcommercio Chessari compiaciuti per i prestigiosi risultati. Premiati anche bar e pasticcerie, fra cui Di Pasquale, che ha avuto 3 tazzine e 3 chicchi

La guida Michelin 2010 premia la provincia di Ragusa. Sono infatti quattro i ristoranti stellati in provincia a conferma di una tradizione culinaria di alto livello. Ciccio Sultano del Duomo di Ragusa mantiene le sue due stelle e si conferma tra i cuochi più emergenti in campo mondiale. Mantengono le posizioni La locanda Don Serafino di Ragusa Ibla e la Gazza Ladra dell’hotel Palazzo Failla di Modica Alta con il cuoco Accursio Capraro.

La new entry dell’anno è il ristorante La Fenice dell’Hotel Villa Carlotta a Ragusa di Mauro Malandrino. Lo chef Claudio Ruta è stato premiato con una stella e va ad arricchire l’ampia offerta gastronomica di una provincia tra le più piccole d’Italia ma con un rapporto qualità in terreno gastronomico tra i più alti. Solo la provincia di Salerno e quella di Cuneo competono con quella di Ragusa in termini di quantità di ristoranti stellati ma con un territorio più vasto. Le stelle Michelin non fanno che arricchire l’attrazione turistica della provincia per quel turismo di qualità che è il target dichiarato di amministratori, albergatori ed aziende del settore.

Ma non ci sono solo i ristoranti a dare lustro alla nostra provincia, perché nei giorni scorsi il Gambero Rosso ha stilato una guida dei migliori Bar d’Italia dove tra gli altri sono insigniti diversi locali rinomati come la Pasticceria Bar Di Pasquale di Ragusa, che ha ottenuto 3 tazzine e 3 chicchi e mantiene il record; a Modica confermati il Caffè dell´Arte, il Martin´s Cafè ed il Rosy Bar 2 tazze e 2 chicchi; a Ragusa presenti quattro locali tra cui si conferma il Caffè Sicilia con 2 tazze e un chicco.

Forte soddisfazione per i risultati ottenuti è stata espressa dal vicepresidente della provincia Girolamo Carpentieri, che detiene anche la delega al Turismo. «I riconoscimenti assegnati dalla guida Michelin e dal gambero Rosso si prestano ad una doppia lettura. Da un lato confermano l’elevata qualità della nostra enogastronomia e dei prodotti tipici di questo territorio; dall’altra, attraverso l’inserimento di un nuovo ristoratore insignito della stella e con le numerose segnalazioni incluse nella guida, suggerisce come l’enogastronomia d’eccellenza deve essere uno degli elementi più caratterizzanti dell’offerta turistica del territorio.

Mantenere un alto target qualitativo della produzione enogastronomica - conclude Carpentieri - è infatti il solo elemento che può dare forte competitività a questo territorio su tutti i mercati del turismo nazionale ed estero».

Anche il presidente provinciale di Confcommercio Angelo Chessari ha salutato con vivo compiacimento la stella della Fenice di Ragusa parlando di una vera e propria food valley ragusana in forza dei quattro ristoranti stellati e delle tante segnalazioni di locali da parte della stessa guida che pur non hanno ottenuto l’etoile.