Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1007
MODICA - 21/11/2009
Attualità - Modica: la messa a norma dell’impianto con la sostituzione dei macchinari più delicati

Lavori in corso al depuratore di contrada Fiumara a Modica

La somma investita grazie ad un finanziamento regionale è di due milioni 350mila euro

Sono in pieno svolgimento i lavori di ammodernamento del depuratore di contrada Fiumara. L’impresa appaltatrice dei lavori, con sede a S. Teresa Riva nel messinese, è al lavoro da due mesi dopo lo sblocco della gara di appalto risalente al 2008. I lavori riguardano la messa a norma dell’impianto con la sostituzione dei macchinari più delicati e sofisticati come floget e vasche di ossigenazione. Previsto anche il rifacimento degli impianti elettrici e di sicurezza.

La somma investita grazie ad un finanziamento regionale è di due milioni 350mila euro e servirà a dotare l’impianto della tecnologia più avanzata tale che possa soddisfare la domanda almeno per i prossimi dieci anni. Il nuovo depuratore, i cui lavori si protrarranno ancora per cinque mesi, realizzerà anche un risparmio di energia grazie alla realizzazione di una seconda vasca di essicazione che consentirà di lavorare i fanghi risultanti dalla depurazione in modo più veloce.

«Con il depuratore della Fiumara – dice l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Cerruto- sarà disponibile acqua che potrà essere riutilizzata per fini irrigui senza pericolo di inquinamento di sorta per tutto l’ambiente circostante. Questi lavori non pregiudicheranno tuttavia la piena funzionalità dell’impianto in questi mesi che restano per il completamento dell’opera».

Nel corso degli ultimi dieci anni ci sono stati altri due interventi sulla struttura della Fiumara; questi hanno riguardato l’eliminazione delle cause che portavano all’ammorbamento dell’aria nella contrada a causa dei miasmi provenienti dalle vasche. Con l’amministrazione guidata da Carmelo Ruta fu migliorato il sistema di ossigenazione delle acque mentre l’amministrazione guidata da Piero Torchi è intervenuta con la sostituzione di macchinari e con una gestione affidata a tecnici specializzati che hanno curato tutto il ciclo della depurazione. Questo intervento riguarda ora il rinnovamento totale dell’impianto che serve tutta la città ad eccezione delle frazioni di Marina di Modica e Maganuco.