Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 626
MODICA - 21/11/2009
Attualità - Modica: i problemi dei residenti di viale Manzoni

L´Ascom chiede controlli al mercato di Modica Alta

Sono anche gli ambulanti in regola con le licenze e le autorizzazioni a sollevare il problema e a chiedere di essere tutelati dal fenomeno abusivismo

C’è abusivismo al mercato rionale di viale Manzoni. L’associazione commercianti ha chiesto controlli mirati da parte degli ufficiali della polizia annonaria per debellare quella che appare come una vera e propria piaga. Il fenomeno abusivismo non è nuovo sia per viale Manzoni sia per l’altro mercato che si tiene in contrada Caitina. Sono gli ambulanti in regola con le licenze e le autorizzazioni a sollevare il problema e a chiedere di essere tutelati.

Non ci sono infatti solo abusivi per l mancanza di licenze ma anche e soprattutto per l’occupazione di spazi. Succede così che il mercato viene intasato, gli spazi compressi a tutto scapito di quanti hanno ottenuto la garanzia di una piazzola. Non protestano solo gli ambulanti «regolari» ma anche i residenti nei pressi di viale Manzoni a Modica alta perché il caos del giovedì mattina è la regola.

C’è gente che non riesce a transitare ed immettersi sulla via Roma o in via Don Bosco, c’è l’imbottigliamento per le famiglie che devono lasciare o prelevare i figli presso la scuola media De Amicis. C’è dunque un confronto molto serrato con l’amministrazione che è rimasta finora con le mani in mano: Da un lato ci sono ambulanti ed Ascom che chiedono rispetto delle regole, dall’altro i residenti che vogliono che il mercatino sia spostato in un’altra zona della città per restituire vivibilità a tutto il quartiere. L’Ascom è ora tornata alla carica e chiede provvedimenti; difficile dire se li otterrà.