Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1013
MODICA - 17/11/2009
Attualità - Modica: il ricorso della ditta catanese non sarebbe stato rigettato dal Tar

Gestione dei rifiuti a Modica: Geo Ambiente non è esclusa?

Da palazzo San Domenico arriva la replica del sindaco Buscema: "Nessuna fretta di diramare notizie prive di fondamento. Confermo in toto quanto dichiarato in precedenza"

Botta e risposta tra il legale della Geo ambiente Giovanni Pappalardo e palazzo San Domenico sulla vicenda della procedura per l´aggiudicazione della gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti in città, poi affidata alla ditta modicana Puccia. Se l´avvocato Pappalardo sostiene che il ricorso della Geo Ambiente non è stato rigettato, il sindaco Antonello Buscema conferma il rigetto del ricorso, dichiarando: "Non ho avuto nessuna fretta di diramare notizie prive di fondamento. Confermo in toto quanto dichiarato in precedenza. Il testo in mio possesso, e dal quale ho dedotto le mie dichiarazioni - conclude Buscema - non si presta ad alcuna interpretazione né sul piano dei fatti, né su quello giuridico atteso che riporta in modo pedissequo quanto deciso dal giudice amministrativo.»

LA NOTA DELL´AVVOCATO DELLA GEO AMBIENTE GIOVANNI PAPPALARDO
A differenza di quanto "erroneamente" dichiarato dal Comune di Modica, il ricorso della Geo Ambiente non è stato affatto rigettato, anzi l´amministrazione comunale si è dovuta adeguare, anche se con grave ritardo, a quanto stabilito dal Tribunale amministrativo regionale di Catania in data 8 ottobre 2009 con il decreto presidenziale che ha censurato la illegale esclusione della Geo Ambiente dalla procedura di assegnazione del servizio di igiene ambientale.

Il ricorso continua adesso con l´impugnativa del verbale con cui è stata confrontata l´offerta della Geo Ambiente (inizialmente illegalmente non considerata) con quella della ditta Puccia; da detto verbale si evincono gravi irregolarità nella valutazione delle offerte delle due ditte. Basti pensare che il Comune ha affidato il servizio alla ditta Puccia sulla base della verifica dei mezzi effettuata nei mesi di luglio e agosto, verifica, a seguito della quale, la ditta Puccia era stata esclusa dalla precedente gara proprio perchè i mezzi erano insufficienti.

Il verbale ,depositato solo in sede di udienza dall´avvocato del Comune in
modo da evitare che potesse essere vagliato dal Giudice prima dell´udienza ed evitare così un secondo provvedimento negativo da parte del Tar, è adesso oggettodi ulteriore impugnazione e la sua sospensione sarà trattata il 4 dicembre prossimo.

Pertanto la Geo Ambiente è sostanzialmente la parte che fino ad oggi ha avuto piena ragione nei confronti di un´amministrazione che intendeva operare fuori della legalità.

Avv. Giovanni Pappalardo

LA VERSIONE DEI FATTI DA PALAZZO SAN DOMENICO
Dalla nota giunta lo scorso 12 novembre dal comune di Modica, si evinceva che entrambi i ricorsi, quello della Geo Ambiente e della ditta Sebastiano Busso, erano stati rigettati dal Tar. I ricorsi sarebbero proseguiti per la decisione nel merito. "Ma se la Geo Ambiente, come sostiene nella nota lo studio legale associato Piccione-Arena che tutela gli interessi del comune di Modica - non impugna anche il verbale di verifica, è fin da ora pronosticabile il rigetto del ricorso anche nel merito". Soddisfazione era stata espressa dal sindaco Antonello Buscema, secondo cui «tutto ciò conferma la sostanziale correttezza dell’intero procedimento a suo tempo avviato dalla giunta per evitare che la città potesse rischiare d’essere sommersa dalla spazzatura».