Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1102
MODICA - 14/11/2009
Attualità - Modica: il nuovo tocco artistico nel salotto buono della città

Le ruspe scavano lungo corso Umberto I per l´illuminazione

La prima fase dei lavori riguarda l’interramento dei cavi all’interno dei quali saranno passati i fili che portano ai corpi illuminanti

Le ruspe stanno scavando lungo il corso Umberto. E´ stato aperto il cantiere per la realizzazione del nuovo impianto di pubblica illuminazione. Il tratto interessato ai lavori è quello che va da piazza Rizzone a via Marchesa Tedeschi per concludersi nei pressi della piazzetta di S. Maria. L’impresa conta di chiudere i lavori entro tre mesi per cui con il nuovo anno il salotto della città, almeno metà di esso, potrà avere un sistema di illuminazione non solo artistico ma anche a risparmio energetico.

La prima fase dei lavori riguarda l’interramento dei cavi all’interno dei quali saranno passati i fili che portano ai corpi illuminanti. Scompariranno così fili aerei, lampade sospese, scatole elettriche dai muri e dalle facciate dei palazzi e degli edifici. In piazza Rizzone saranno inoltre rimosse le quattro grandi torri faro che illuminano il quadrivio e lo stesso succederà in piazza Matteotti dove gli attuali lampioni artistici saranno rimossi per omogeneizzare tutto il nuovo sistema di lampade e corpi illuminanti.

«Non butteremo certamente i lampioni di piazza Matteotti – dice l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Cerruto- Li trasferiremo in un´altra piazza, ancora da individuare, tuttora sprovvista di illuminazione artistica». La nuova illuminazione artistica è stata finanziata con fondi regionali grazie ad un progetto risalente agli anni 80’ e costerà 570mila euro. L’altra metà del corso Umberto sarà sottoposta ad un’ulteriore operazione di rinnovo con un secondo progetto che riguarderà il tratto che da piazza Municipio va fino a S. Francesco alla cava. In questi tre mesi di lavori gli automobilisti e quanti parcheggiano in corso Umberto avranno disagi per l’eliminazione di una corsia e di alcune file di parcheggio proprio per consentire la piena agibilità di escavatori, camion ed operai.