Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1445
MODICA - 12/11/2009
Attualità - Modica: il cantiere è stato aperto da una settimana

Modica: 10 mesi di lavoro per il nuovo auditorium Campailla

Il progetto di ristrutturazione è stato curato dall’amministrazione comunale e finanziato con un mutuo per un totale di un milione 100mila euro Foto Corrierediragusa.it

Dieci mesi di lavoro per il nuovo auditorium «Campailla». Il cantiere è stato aperto da una settimana e gli operai hanno già provveduto a rimuovere il materiale accatastato all’interno di quello che fu fino agli inizi degli anni ’80 il cinema Moderno. Il progetto di ristrutturazione è stato curato dall’amministrazione comunale e finanziato con un mutuo per un totale di un milione 100mila euro. Molto contrastato e laborioso l’iter del progetto che è stato fermo per oltre dieci anni per trovare la sua definitiva fase esecutiva solo nel 2005.

L’auditorium Campailla diventerà uno spazio multifunzionale nel cuore della città visto che si affaccia su piazza Matteotti ed è adiacente alla ex caserma dei carabinieri che sarà a sua volta ristrutturata a cura dell’amministrazione provinciale. Nel nuovo auditorium sono previsti circa 120 posti a sedere, un palcoscenico, un sofisticato sistema di illuminazione e di diffusione per occasioni di mostre, convegni, incontri, dibattiti.

Il progetto prevede anche la sistemazione della retrostante piazzetta Campailla dove sarà rialzato il piano di battuta consentendo solo l’accesso ai garage privati mentre sul prospetto dell’auditorium saranno creati marciapiedi più ampi con l’eliminazione del parcheggio. «contiamo di consegnare l’opera entro il 2010 – dice l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Cerruto- L’auditorium amplia l’offerta di spazi per la cultura di cui la città sente il bisogno. In questa direzione stiamo anche lavorando allo spazio dell’ex chiesa di S. Francesco alla Cava che affaccia sulla piazzetta 8 Marzo».

(Nella foto l´interno dell´auditorium)