Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1177
MODICA - 03/11/2009
Attualità - Modica: progetto già cantierabile, finanziato con 3milioni 400 mila euro

Nuovo assetto viario per Modica entro la fine del 2011

Oltre 8 milioni e mezzo dal Cipe per la realizzazione di altre opere

Non più una semplice rotatoria per lo svincolo di via Dente – Crocicchia. Adesso si fa sul serio. E’ stato progettato un nuovo assetto viario che interesserà almeno un paio di chilometri di arteria, a cominciare dalla parte terminale del ponte Guerrieri, direzione Ragusa, fino alla grande rotatoria di contrada Piano Ceci, nei pressi del cimitero comunale.

Un progetto già cantierabile, finanziato con 3milioni 400 mila euro provenienti dai cosiddetti fondi liberati dal ministero allo sviluppo economico. Si tratta di fondi pensati in origine per altre opere non più finanziabili, e di conseguenza destinati ad altri progetti già cantierabili, come nel caso del nuovo assetto viario della zona periferica di Modica. Il progetto prevede la realizzazione di due rotatorie, una più a valle, nei pressi del pericoloso raccordo della stradina secondaria del quartiere Dente con la statale 115, e l’altra un paio di chilometri più avanti.

Le due rotatorie saranno collegate tra loro da una bretella viaria, quasi un cavalcavia, che consentirà l’immissione nell’arteria principale degli automezzi in tutta sicurezza. Proprio il verificarsi di numerosi incidenti in questa zona, parecchi anche mortali, ha indotto l’on Riccardo Minardo e l’assessore alla viabilità Giorgio Cerruto a perorare la causa del progetto alla Regione. Il presidente Raffaele Lombardo decide difatti quale priorità assegnare ai progetti che possono beneficiare dei fondi liberati.

Come nel caso del nuovo assetto viario modicano, con i fondi intercettati da Minardo. Ma questo progetto consentirà anche uno sviluppo economico più omogeneo della città, che godrà in pratica di un altro accesso principale. Tornando ai dettagli, sarà chiusa la strada secondaria che collega la statale 115 con il cimitero comunale, che resterà raggiungibile dal cavalcavia o dall’altra strada principale. Il decreto di via libera al progetto sarà appannaggio dell’Urega.

E’ ipotizzabile che, tempi burocratici premettendo, l’appalto dei lavori potrà registrarsi entro la prossima primavera. Tenendo conto che occorreranno almeno 15 mesi per il completamento dei lavori, si prevede che il progetto possa diventare realtà dopo l’estate 2011. Accorgimenti saranno altresì studiati per migliorare la viabilità della via Nuova Sant’Antonio e del quartiere Dente, per consentire un più facile raggiungimento della nuova area dal centro storico, bypassando il corso Umberto I.

Come primo provvedimento, sarà istituito il divieto di sosta lungo le arterie di collegamento, con la possibilità di ricavare parcheggi in zone strategiche, per venire incontro alle esigenze dei residenti. Soddisfazione è stata espressa dall’on Minardo, il quale ha sottolineato che il mutuo di 2milioni 700 mila euro già acceso dall’amministrazione per la realizzazione del progetto, potrà essere utilizzato per la riqualificazione della statale 115, nel tratto che attraversa l’area commerciale, fermo restando il superamento del problema relativo alla cantierabilità dell’opera.

«Stiamo lavorando per aggiustare queste situazioni – dice il vice sindaco Enzo Scarso – e questi 3milioni 400mila euro dei fondi liberati ci consentiranno di poter destinare l’altra somma di 2milioni e 700mila, comunque insufficiente, per altri scopi». Dello stesso avviso il capogruppo consiliare Mpa Carmelo Scarso e l’assessore Cerruto, che ha colto l’occasione per annunciare la destinazione di ulteriori 50mila euro per la stesura del tappetino di asfalto sulle strade che maggiormente ne hanno bisogno.


NINO MINARDO: "ALTRI 8 MILIONI E MEZZO DI EURO DAL CIPE"
Il Cipe dà il via libera a otto milioni e mezzo di finanziamento per nove opere pubbliche da realizzarsi in provincia di Ragusa. Oltre ai tre milioni 400mila euro destinati alla rotatoria di contrada Dente Crocicchia a Modica, un milione 300mila euro sono per l’arredo urbano del centro storico di Acate, un milione 200mila per la sistemazione della strada Carcanella a Monterosso Almo ed altrettanti per il completamento del parcheggio di piazza del popolo a Ragusa.

In fatto di parcheggi è stato anche finanziato quello sotto la villa comunale di Chiaramonte per 570mila euro, mentre 200mila euro andranno a Giarratana per la manutenzione di due strade comunali. A Scicli parcheggio di via Grado, nei pressi di via Colombo, 436mila euro, e 160mila euro per il collegamento tra via Mormina Penna via Duca d’Aosta. Nino Minardo ha chiesto ai sindaci interessati di rendere esecutivi i progetti di massima per avere le somme a disposizione al più presto. Il parlamentare a questo proposito ha chiesto al sindaco di Modica Antonello Buscema la cantierabilità del progetto dell’anello della Ss.115.