Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 717
MODICA - 25/10/2009
Attualità - Modica: a 30 anni dalla morte dell’uomo politico e di cultura

Modica ha ricordato la figura di Salvatore Triberio

Un convegno si è tenuto al teatro Garibaldi
Foto CorrierediRagusa.it

La figura di Salvatore Triberio (nella foto) è stata rievocata a trenta anni dalla morte nel corso di un convegno tenuto al teatro Garibaldi. Triberio ha animato per un trentennio la vita culturale e politica della città nella sua diversa veste di politico, amministratore, docente, uomo impegnato nel sociale e nella chiesa post conciliare. Emanuele Giudice, Paolo Nifosì, Emanuele Minardo, Umberto Bonincontro ed Antonello Buscema hanno rivissuto momenti ed esperienze personali condivise con Triberio ora come collega docente, ora come compagno di partito, ora come alunno, ora come formatore.

Emanuele Giudice in particolare ha ricordato la vicenda della Dc in provincia di Ragusa alla fine degli anni 60’ con la formazione di quella che sarà la sinistra di base di cui Triberio , grazie al suo impegno nelle Acli, sarà esponente di spicco. Salvatore Triberio è uomo a tutto tondo ed esce dalle stanze della politica per vivere i problemi della città a cominciare da quello dell’acqua, che ieri come oggi, assillava, le famiglie modicane.

Insieme a Saverio Iabichella e Carlo Trombadore è in prima linea, poi si stacca dalla Dc ufficiale e promuove una lista civica che fa da contraltare alla vecchia Dc, innovando non solo il linguaggio politico ma anche l’approccio. Triberio è docente di filosofia, e come ha ricordato Antonello Buscema, impartisce la lezione socratica dalla cattedra del liceo classico «Tommaso Campailla» ai tanti giovani che scopriranno dopo, grazie anche al suo insegnamento, l’impegno politico e sociale. L’incontro con la figura di Salvatore Triberio è stato arricchito da un video curato da Giovanna Triberio che ha ripercorso le tappe più significative della vita del padre ed ha fissato in una pubblicazione scritti, ricordi e testimonianze che rendono il giusto tributo ad un intellettuale scomodo ed alternativo.