Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 735
MODICA - 13/11/2007
Attualità - Modica - Seminario contro il randagismo "Io amo gli animali"

Una sede per l´Oipa che preme
per la realizzazione
di un canile comprensoriale

I due impegni sono stati assunti dal sindaco Piero Torchi Foto Corrierediragusa.it

Piuttosto partecipato il seminario formativo contro il randagismo «Io amo gli animali», organizzato dalla sezione provinciale dell´Oipa (organizzazione italiana protezione animali). L’iniziativa si è svolta con il sostegno del Centro servizi volontariato etneo, di padre Giovanni Stracquadanio e dell’associazione Mater.

Importanti gli obiettivi raggiunti. Il sindaco Piero Torchi si è impegnato per garantire una sede all’Oipa per gestire le emergenze senza fare ricorso, come avviene attualmente, alle spese per il mantenimento degli animali in pensione, che vanno ad aggiungersi a quelle veterinarie.

Inoltre, Torchi riconoscerà all’Oipa una tantum per contribuire alle ingenti uscite che l’associazione si sobbarca per aiutare cani e gatti ammalati e incidentati.

Si è, poi, discusso riguardo al finanziamento statale di 50 mila euro. Somma di cui dispongono i Comuni del Distretto 45, e delle proposte del sindaco Torchi di creare un canile comprensoriale pubblico. L’Oipa incontrerà presto le amministrazioni distrettuali, cercando di evitare che il denaro in questione vada perduto.

Per quel concerne invece la sterilizzazione di cani e di gatti senza padrone nell’ambulatorio veterinario comunale di Modica, per poi proseguire in quello di Vittoria, in ottemperanza alla legge regionale 15/2000, che peraltro recepiva quella nazionale 281/91, partirà il primo dicembre.

L’Oipa ha dato inoltre avvio al censimento gratuito delle colonie feline sul territorio, iniziando dal Distretto 45 con l’obiettivo di ufficializzarne la figura per poi sterilizzare i gatti senza padrone, in ottemperanza alla normativa nazionale e regionale.

«? un impegno lungo e faticoso - spiega la delegata provinciale Oipa, Valentina Raffa (nella foto) - ma porta nel cuore, dopo tanta pena, la gioia di essere riusciti a trovare una famiglia a chi non l’ha mai avuta o ne conserva solo il ricordo. Guardando le foto dei cani e gatti salvati, raffrontando come erano prima e come sono oggi, dopo l’adozione, o ancora sotto la nostra responsabilità ospiti in pensioni, penso che i tanti sacrifici siano ricompensati da uno sguardo sereno, da una coda che scodinzola, dalla gioia di un animale che ha ricominciato a vivere, dopo l’abbandono e la sofferenza? perché gli animali sono capaci di avere ancora fiducia nell’uomo.

Azione e informazione ? conclude la Raffa ? sono le nostre parole d’ordine e prima di Natale saremo presenti nelle scuole per fare comprendere ai bambini come il rispetto del «diverso» costruisca le basi di un mondo migliore in cui le diverse specie e razze possono felicemente convivere».