Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1436
MODICA - 04/10/2009
Attualità - Modica: l’immobilità dell’amministrazione si palesa nei disagi per i residenti

Modica nel caos viario, traffico intasato e proteste a raffica

I genitori che accompagnano i figli a scuola sono costretti a lunghe file, ingorghi, e rallentamenti di ogni genere e lamentano l’assenza o l’insufficienza dei vigili urbani

Proteste di genitori, studenti e residenti per il caos viario al quartiere s. Cuore nei pressi degli istituti scolastici. I genitori che accompagnano i figli a scuola sono costretti a lunghe file, ingorghi, e rallentamenti di ogni genere e lamentano l’assenza o l’insufficienza dei vigili urbani nei punti nodali del traffico del quartiere con particolare riferimento alla zona di via Fabrizio ed allo snodo di piazza degli Oleandri. «Ci vuole una buona mezzora per uscire dall’ingorgo ogni mattina – denuncia un genitore - I vigili sono utilizzati presso istituti dove non c’è bisogno di presidio come al Boccone del Povero al dente mentre mancano al s. Cuore».

Nino Cerruto, consigliere comunale di «Una nuova prospettiva» ha criticato da parte sua il nuovo sistema di viabilità in ingresso ed uscita da piazzale Baden Powell anche perché non assistito dalla presenza dei vigili. Antonio Calabrese, assessore che ha assunto la delega alla polizia municipale ed alla viabilità con il rimpasto della giunta, ha esordito nel suo nuovo incarico con una serie di provvedimenti che tendono a semplificare la viabilità nel quartiere. Via Silla sarà per esempio percorribile sono a senso unico mentre un maggior numero di vigili saranno dislocati nei pressi dell’istituto agrario, della Giovanni 23mo, di piazzale Baden Powell. «Da domani –dice l’assessore- verificheremo la bontà delle soluzioni individuate anche sulla base delle indicazioni che abbiamo raccolto dagli utenti della strada e dalle relazioni dei responsabili della viabilità».