Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 596
MODICA - 08/10/2009
Attualità - Modica: la Cgil critica in maniera aspra la giunta Buscema

Netturbini ancora in sciopero, 500 euro a testa sono pochi

La città sommersa dal pattume. La situazione rischia di sfuggire di mano

Il pagamento di mezzo stipendio di giugno non basta. Gli operatori ecologici proseguono con lo sciopero ad oltranza perché giudicano quasi una presa in giro la liquidazione di appena 500 euro a testa, quando devono ancora ricevere l’altra mezza mensilità di giugno, nonché quelle di luglio e agosto, come concordato in precedenza tra amministrazione e sindacati. Proprio la Cgil critica in maniera aspra quella che lo stesso Franco Notarnicola bolla come «la giunta del silenzio». Sindaco e amministratori difatti assumono decisioni dell’ultimora senza avvisare le parti sindacali, che si ritrovano dinanzi al fatto compiuto, come nel caso del nuovo appalto provvisorio del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Si è rivelato quindi inutile lo sblocco dei conti correnti della Busso da parte del magistrato di Caltagirone, che si sta occupando della vicenda giudiziaria che ha portato all’arresto dei titolari della «Busso», l’impresa che gestisce la raccolta rifiuti in città, per fatti verificatisi a Palagonia. Oltre ai 168mila euro già esigibili, troppo pochi per le esigenze dei netturbini, la prossima settimana dovrebbe essere disponibile il secondo mandato di pagamento di 330mila euro. Modica è intanto sempre più sommersa da cumuli di pattume, con tutti i disagi del caso per gli incolpevoli residenti, che continuano a pagare profumatamente la tassa annuale per poi ritrovarsi con una certa frequenza la spazzatura sotto casa.