Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:43 - Lettori online 1221
MODICA - 02/10/2009
Attualità - Modica: consiglio comunale produttivo e confronto di 2 ore tra sindacati e giunta

Approvato conto consuntivo. 14 milioni per i comunali

E’ l’ammontare complessivo dei trasferimenti vari che si attendono nei prossimi giorni
Foto CorrierediRagusa.it

Almeno un atto concreto in mezzo al fiume di parole, e promesse, della giunta Buscema. E così mentre si tenta di racimolare in tempo utile le somme necessarie al pagamento di parte delle mensilità arretrate di operatori ecologici e dipendenti comunali, il consiglio comunale ha approvato a maggioranza il contro consuntivo. Lo strumento finanziario è passato con 18 voti favorevoli e 4 astenuti.

E’ stata altresì votata all’unanimità l’immediata esecutività dell’atto, che, ovviamente, non è affatto piaciuto all’opposizione. Come da copione, la presunta bontà dello conto consuntivo è stata difesa a spada tratta dall’assessore al bilancio Peppe Sammito, secondo cui è il rigore che caratterizza il nuovo corso, con l’eliminazione delle spese superflue, l’accertamento quasi completo dei debiti fuori bilancio e l’accertamento delle entrate sicure. Roba già sentita.

Aldilà della ridondanza di certi concetti, l’approvazione del conto consuntivo scongiura l’approvazione sostitutiva dello strumento finanziario da parte del commissario ad acta nominato dalla Regione, che aveva indicato in martedì prossimo l’ultimo giorno utile. L’approvazione del conto consuntivo con una settimana di anticipo ha soddisfatto il sindaco Antonello Buscema, che, ieri, però, non era presente per rassicurare i dipendenti comunali sull’erogazione delle mensilità arretrate.

Agli interessati è stata erogata la mensilità di luglio, mentre per le altre si attendono i trasferimenti regionali. Come noto, invece, proprio la seconda trimestralità tarda ad arrivare nelle casse di tutti i comuni della provincia. Nonostante le ripetute esortazioni del presidente provinciale dell’Anci e sindaco di Chiaramonte Gulfi Giuseppe Nicastro ai competenti uffici regionali, nessuna certezza sulla data di erogazione è ancora giunta ai vari municipi. A palazzo San Domenico, pertanto, si è trovato ieri un accordo per impegnare 14 milioni di euro di trasferimenti vari fino a dicembre.

Parzialmente soddisfatto Liddo Di Martino, sindacalista Cisl. Il sit-in di ieri mattina nell’aula consiliare e il successivo incontro pomeridiano con l’assessore Peppe Sammito si sono rivelati utili solo a sottolineare la comune volontà di creare meno disagi possibili ai dipendenti. Ma il grosso punto interrogativo resta sempre la Regione. Per quanto riguarda invece gli operatori ecologici, il sindaco resta in attesa di una risposta dal prefetto Francesca Cannizzo, in modo da procedere al pagamento dei 104 lavoratori tramite assegni nominali.

L’arresto dei due titolari dell’impresa che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in città non lascia difatti spazio ad altre soluzioni, in quanto l’inchiesta i corso per fatti relativi a Palagonia ha bloccato i pagamenti in entrata e in uscita. Gli assegni nominali consentirebbero di bypassare la Busso.

(Nella foto in alto da sx l´assessore al bilancio Peppe Sammito e il sindaco Antonello Buscema)