Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 979
MODICA - 01/10/2009
Attualità - Modica: dopo anni di attesa

Modica: al via il restauro dei Santoni di San Pietro

Due operai hanno eseguito dei rilievi sulle dodici statue sotto la direzione di Luigi Maria Gattuso
Foto CorrierediRagusa.it

Al via i lavori di recupero e restauro dei santoni di S. Pietro (nella foto). Due operai hanno eseguito dei rilievi sulle dodici statue sotto la direzione di Luigi Maria Gattuso, direttore del servizio storico artistico della sovrintendenza di Ragusa. L’operazione di recupero delle statue in calcare è cominciata con la rimozione delle stuccature che erano state realizzate sei anni fa e che oggi non risultano perfettamente aderenti alla pietra. Il materiale in calcare è stato dunque riportato tutto alla superficie facendo emergere le fratture che nel corso di questi anni si sono verificate. Il secondo momento sarà quello dell’analisi del materiale rimosso e quindi l’esecuzione degli interventi i restauro.

«L’intervento di sei anni fa a cura della sovrintendenza –dice l’architetto Gattuso- ha migliorato molto lo stato di salute delle statue ed ha risolto molti problemi. Purtroppo le statue hanno bisogno di manutenzione continua e probabilmente l’intervento superficiale che è stato realizzato a suo tempo non è stato ideale. In ogni caso emerge che l’inquinamento ambientale per il continuo flusso di macchine lungo la strada ma anche quello acustico perché provoca delle micro fratture nella pietra pregiudicano la salute delle statue che hanno bisogno di una manutenzione continua». Proprio per questo motivo la sovrintendenza ha previsto nel suo bilancio una somma per un progetto di intervento a cadenza biennale per prevenire e curare i santoni che adornano la facciata della chiesa di S. Pietro. Sulla statua di S. Tommaso due settimane fa si è verificato un cedimento della pietra che ha riportato alla ribalta il problema della cura e della manutenzione.