Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:57 - Lettori online 815
MODICA - 29/09/2009
Attualità - Modica: un progetto conveniente solo sulla carta

Il fotovoltaico "difettoso" lascia al buio le zone rurali

Popolose aree senza luce, e i residenti protestano

Sono state installate per risolvere in modo definitivo il problema della illuminazione delle zone rurali. Le lampade fotovoltaiche, con accumulo di energia derivante dalla luce solare, sono state scelte perché garantiscono economicità di manutenzione e risparmio nel consumo di energia. Le campagne sono state così inondate di impianti dal forte impatto ambientale ma che, almeno sulla carta, avrebbero dovuto garantire bassi costi e manutenzione equivalente allo zero. Non è così come è dimostrato dall’esperienza degli ultimi mesi con le campagne rimaste al buio, con impianti non completati e soprattutto senza la garanzia della manutenzione.

«Ci fanno risparmiare 150 euro l’anno di energia ciascuno nell’anno» si consola l’assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Cerruto; peccato che i residenti non la pensano allo stesso modo visto che molte lampade sono spente da tempo. La garanzia offerta dalla ditta appaltatrice che ha realizzato gli impianti è scaduta dopo due anni dalla consegna degli impianti ma nessuno ha pensato a garantire continuità nella manutenzione con il risultato che i due terzi delle lampade sono al buio. Il comune da parte sua non ha i soldi per procedere alla revisione delle lampade anche se l’assessore Giorgio Cerruto annuncia un appalto nel breve periodo per provvedere. Il vero rischio tra l’altro è quello che la prolungata inattività del sistema di accumulo di energia comprometta in modo irreparabile i costosi impianti.