Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1032
MODICA - 16/09/2009
Attualità - Modica: in particolare al quartiere S.Cuore

Modica: la ripavimentazione delle strade è in corso

L’impresa che ha curato i lavori della rete idrica ha cominciato a riasfaltare

In cantiere la ripavimentazione delle strade urbane. In particolare al quartiere S. Cuore nelle zone interessate dagli scavi della nuova rete idrica. Gli scavi per la posa dei tubi hanno ridotto le principali arterie del quartiere, a cominciare da via Risorgimento e via Nazionale ad un vero e proprio sentiero di guerra.

L’impresa che ha curato i lavori della rete idrica ha cominciato i lavori di ripavimentazione almeno per i tratti interessati scarificando quello che è rimasto della vecchia sede stradale. Tutto il quartiere è interessato ed i disagi nei prossimi giorni interesseranno gli automobilisti per via degli intasamenti che i lavori comporteranno. Non è stato scelto di sicuro un periodo ideale visto che l’apertura delle scuole e la ripresa delle attività lavorative comportano volumi di traffico notevoli soprattutto nelle ore antimeridiane. Tutto sarebbe stato più semplice nel periodo estivo ma forse sarebbe stato chiedere un po’ troppo dopo che gli automobilisti hanno tribolato per quasi un anno per la condizione delle strade.

Anche l’amministrazione comunale ha varato un mini piano di intervento con un cantiere da 50mila euro ed i lavori sono stati appaltati. Il piano prevede solo la riparazione delle strade dove insistono pericoli per la sicurezza degli automobilisti o dove l’asfalto è ormai ridotto ad un sottile velo. E’ il caso di quasi un chilometri dell’anello della Ss115 nei pressi dello svincolo per Scicli, della via Rocciola Scrofani dove ci sono alcuni tombini molto pericolosi, della via Trani e della via Modica Giarratana. «Non ci possiamo permettere di più – dice l’assessore alle manutenzioni Elio Scifo - Questo intervento è reso possibile grazie ad alcuni risparmi da altri capitoli di spesa. Per una manutenzione più organica bisognerà attendere un progetto più ampio e sostanzioso».