Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 914
MODICA - 16/09/2009
Attualità - Modica: il problema affligge soprattutto il quartiere Sacro Cuore

Modica: scuole riaperte e traffico paralizzato

L’ex assessore alla viabilità Giorgio Aprile se la prende con la giunta Buscema: "Hanno stravolto il mio piano del traffico"

L’apertura dell’anno scolastico in molte delle scuole della città porta un nuovo edificio e tanto traffico. Il quartiere S. Cuore dove si trovano ubicati quattro istituti superiori ed altrettanti della scuola del’obbligo è letteralmente scoppiato di primo mattino quando tutto il traffico è confluito verso piazzale Baden Powell e piazza degli Oleandri. Grazie ad orari di uscita diversificati sono stati minori i disagi a mezzogiorno ma ciò non ha impedito a Giorgio Aprile, ex assessore alla viabilità e promotore del piano del traffico di attaccare l’amministrazione per quanto è successo.

«E’ stato snaturato il piano – dice Giorgio Aprile - per accontentare appena tre operatori commerciali. Le intersezioni che sono state create per favorire alcuni commercianti hanno congestionato tutto il quartiere per un’ora intera a tutto danno dei cittadini e dei residenti». L’impatto di centinaia di famiglie che hanno accompagnato i figli a scuola, l’arrivo degli autobus di linea e il mancato rodaggio della macchina organizzativa ha creato scompiglio e bisognerà attendere ancora qualche giorno per una migliore gestione del traffico pur con tutte le limitazioni di strade e di parcheggi del caso. E’ stata invece festa per oltre trecento studenti della media Giovanni XXIII che sono ospitati nei nuovi locali di via Fabrizio.

Il sindaco Antonello Buscema ha consegnato le chiavi al dirigente scolastico Orazio Di Giacomo che ha potuto riunire i due terzi dell’istituto in un unico edificio dopo il trasferimento dall’Azasi di dodici classi. Il secondo plesso della Giovanni XXIII è stato ristrutturato e messo a norma e nella palestra della scuola insegnanti e studenti hanno accolto gli amministratori e l’amministratore della Modica Multiservizi Giovanni Giurdanella che ha curato con il personale della società la pulizia e la sistemazione dei nuovi locali.

Buone notizie anche per le famiglie residenti fuori città e comunque in zone periferiche perché da oggi funziona il servizio scuolabus. Sono 17 i pullmini utilizzati nei vari percorsi grazie al personale fornito dalla Modica Multiservizi. L’amministrazione conta di avviare a breve anche il servizio di mensa scolastica grazie all’affidamento dell’appalto ad una ditta esterna ripetendo l’esperienza dello scorso anno