Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 710
MODICA - 09/09/2009
Attualità - Modica: grande successo per il 2° "Ducati day"

Le moto-gioiello della Ducati nel barocco di Modica

Non potevano mancare anche i preziosissimi modelli d’epoca, che hanno dato un tocco vintage e nostalgico
Foto CorrierediRagusa.it

Gioielli sotto le stelle a Modica. Gioielli di tecnica, stile e spirito sportivo tutti italiani. In piazza Matteotti si è svolto il 2° «Ducati Day», organizzato dal Ducati Club Barocco di Modica. I gioielli erano infatti le oltre 100 moto Ducati appartenenti ad appassionati modicani e della provincia iblea, che hanno accolto l’invito del Club Barocco ad esporre le proprie due ruote nel cuore del centro storico della capitale vecchia della Contea, trasformandolo in un museo a cielo aperto.

Sotto il palco infatti, passanti e appassionati hanno potuto ammirare una vastissima selezione dei principali modelli dell’intera produzione della casa bolognese. Dalle recenti 1098 e Hypermotard, alle Superbike di qualche anno fa: 999, 998 e 916, fino alle progenitrici delle attuali 4 valvole corsaiole, le 851 e 888. Un’intera ala della piazza è stata dedicata poi alle Monster, moto che da 15 anni dettano lo stile delle naked e che rappresentano in tutto il mondo il marchio Ducati. Anche qui era possibile ammirare una delle ultime nate, la Monster 696, oltre a quei prodigi di tecnica e potenza che si chiamano Monster S4 Rs e S4R.

Non potevano mancare anche i preziosissimi modelli d’epoca, che hanno dato un tocco vintage e nostalgico ad una mostra statica che ha riscosso molto successo ed apprezzamento. A completare l’esposizione anche altri esempi dello stile italiano a due ruote: Aprilia, MV Agusta, Benelli, Guzzi ecc.

Molti i pezzi pregiati che facevano bella mostra di sé: si andava da autentici missili in carbonio e magnesio da oltre 200 cv e più di 100.000 € di valore, a vere e proprie rarità della produzione corsaiola targata Ducati, dalle personalissime special su base Ducati Monster alle sempreverdi Ducati Scrambler che ricordavano lo spirito libero delle giovani generazioni degli anni ’60-’70.

Nel pomeriggio è stato poi proiettato un lungo video per ripercorrere le più importanti tappe dei successi Ducati nei mondiali di velocità.

A fine serata infine, con la soddisfazione e le congratulazioni del Presidente del Club, Giovanni Avola e del suo Vice Graziano Bonomo, sono state premiate le moto più belle e originali. A premiare sul palco anche il giornalista Diego Mandolfo, anch’egli appassionato ducatista e speaker della serata.

Premiate le special più originali, i motociclisti più giovani e due amici del Club: Pasquale Spadola, possessore del più completo archivio storico Ducati della provincia, ed Angelo Scapellato Campione italiano di classe 125 nel 1981.