Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1157
MODICA - 10/09/2009
Attualità - Modica: l’immobile rischia di finire nelle mani di qualche grande creditore

Palazzo degli studi, il sindaco Buscema convoca un incontro

Per il presidente della provincia Franco Antoci "dalla conferenza di servizio uscirà la migliore soluzione possibile per risolvere il problema"

Il presidente della provincia Franco Antoci esclude qualsiasi manovra o intrigo sul palazzo degli studi. Il sindaco Antonello Buscema ha convocato una conferenza di servizio, alla presenza dello stesso Antoci, nonchè di tecnici ed amministratori, per discutere della destinazione e della proprietà dell’immobile. L’amministrazione provinciale e quella comunale intendono fare ciascuno la loro parte e chiudere una volta per tutte la vicenda, che si trascina ormai da almeno dieci anni in un gioco a rimpiattino tra Ragusa e Modica, a prescindere dal colore delle amministrazioni.

«Non c’è una strumentalizzazione politica – dice Sebastiano Failla - Chi pensa questo è soltanto miope o in malafede. L’amministrazione Antoci non ha mai pensato di strumentalizzare il caso, forse qualcuno vuole alimentare confusione. Sosterrò in consiglio provinciale la volontà di assicurare la proprietà del palazzo per i fini istituzionali al quale è stato destinato». Antonello Buscema è stato il più lieto di ricevere la richiesta di convocazione di una conferenza di servizio ed ha già dato mandato all’assessore alla pubblica istruzione Antonio Calabrese ed a quello all’urbanistica Elio Scifo, di fissare il giorno già per la prossima settimana.

Antoci sostiene che la volontà della provincia è di arrivare ad un accordo, così come è stato detto, ribadito e verbalizzato nelle precedenti riunioni, l’ultima delle quali si è tenuta nello scorso maggio. Unità d´intenti del tutto condivisa anche dal sindaco di Modica Antonello Buscema. Tra le due amministrazioni il progetto avviato, ma mai concluso, è quello di uno scambio tra immobili di proprietà dei due enti. Il comune intende infatti entrare in possesso dello stabile del magistrale per sistemare la scuola media Ciaceri; il magistrale dovrebbe traslocare così nell’edificio di piazzale Baden Powell dove si trova ormai il nucleo principale, tra cui presidenza e segreteria, della scuola. La provincia cederebbe il magistrale in cambio del palazzo degli studi ed un conguaglio da quantificare.

L’amministrazione provinciale ha iscritto in bilancio quasi dieci milioni di euro per la costruzione della nuova sede del liceo artistico ma rispetto a questa idea ha fatto un passo indietro pensando invece di entrare in possesso del palazzo degli studi e di sistemare le aule dell’artistico all’ultimo piano. Il progetto tuttavia deve essere aggiornato e verificato nei costi con la consulenza e l’assistenza dell’ufficio provinciale di protezione civile che ha può contare su tre milioni e mezzo di euro per la ristrutturazione del palazzo ma ha lasciato cadere l’idea della ristrutturazione anche per il ritardo accumulato dai due enti sul tema della proprietà. Il caso palazzo degli studi appare dunque oggi di difficile soluzione se non con una decisa iniziativa della provincia e del comune che devono superare steccati e prevenzioni per ridare l’edificio alla città nel suo stato migliore.